Vettel e la sviolinata alla Mercedes: “È vicina alla perfezione”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | Vettel e la sviolinata alla Mercedes: “È vicina alla perfezione”

Archiviato l’anomalo weekend del Giappone che ha visto le Frecce d’Argento portarsi a casa il sesto titolo costruttori consecutivo, vale a dire dominio assoluto dall’inizio dell’era ibrida Sebastian Vettel ha esortato la Ferrari a rimboccarsi le maniche in vista del 2020, conscio di come il mondiale 2019 si sia dissolto nel nulla durante la prima parte di stagione a causa di papere a non finire da parte del muretto,  ma altresì da parte sua, nonché del glorificato Charles Leclerc.

Ad aggravare la posizione della Rossa che, ricordiamo, alla vigilia del campionato sembrava poter fare mari e monti, anche ciò che racconta la classifica piloti, dove Lewis Hamilton e super primo con 338 punti, seguito dal compagno di squadra e reduce dal successo a Suzuka Valtteri Bottas a 274, quindi il Principino a quota 221.

Certamente non sono contento di non aver ottenuto quanto avevo e come team avevamo pensato in avvio di stagione“, le parole di rammarico del driver di Heppenheim  riportate da F1i.com.  “Ma non è stata l’ultima trasferta a pesare e neppure quella prima. Questo è stato un anno lungo e non siamo ancora arrivati alla fine“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Non è che ci manchi molto, infatti a mio avviso dovremmo soltanto imparare a lavorare meglio“, ha proseguito sottolineando le differenze con l’equipe di Stoccarda, probabilmente meno attanagliata dalle pressioni e dalla politica.

Ci impegniamo al 100%, tuttavia non siamo ancora dove dovremmo. La Mercedes è un esempio di come si possa alzare l’asticella e mantenere alto il livello di performance. almeno esternamente loro sembrano vicini alla perfezione. Sono piuttosto regolari e sbagliano poco. Noi invece non ci siamo a quel punto“, ha analizzato. “Si tratta di dettagli. Non è un’area in particolare in cui siamo deboli. Sono un insieme di cose. L’augurio è che i nostri avversari mollino un po’ il colpo!“, ha chiosato il 32enne facendo i macumba.

Chiara Rainis