Forse l’omicidio di Giulia Lazzari poteva prevedersi leggendo tra le righe dei post del suo assassino, il marito, su Facebook.

'omicidio di Giulia Lazzari
Giulia Lazzari foto dal suo profilo Facebook

Un delitto può forse prevedersi? In alcuni casi sì e sono i social a poterci venire in aiuto. Il ventottenne Roberto Lo Coco, tossicodipendente e senza lavoro, ha ucciso Giulia Lazzari, sua moglie e madre della loro figlia di 4 anni. Il delitto è avvenuto ad Adria, in provincia di Rovigo.

Lo Coco dopo aver strangolato la moglie, nel loro appartamento, aveva tentato di togliersi la vita per impiccagione. Nonostante il fratello di Roberto abbia chiamato i soccorsi, per Giulia non c’è stato niente da fare mentre i paramedici sono riusciti a salvare la vita all’assassino.

Omicidio Giulia Lazzari: la rabbia del marito era già chiara dai suoi post

Roberto Lo Coco non sopportava la scelta della moglie, che era anche il suo sostegno economico, di separarsi da lui. Qualche giorno prima dell’aggressione aveva sfogato sui social tutto il suo risentimento per Giulia, dicendo che lui era consapevole di aver commesso degli errori ma che la moglie lo trattava “come spazzatura”. Lo Coco aveva poi continuato dicendo che la moglie non avrebbe mai trovato qualcuno che l’amava quanto lui. 

Il post di Roberto Lo Coco lascia trasparire che l’uomo non accettava la separazione e che ne dava la maggior parte della colpa ai comportamenti di Giulia, dalla quale si reputava anche trattato in modo non adeguato. Questo post, aggiunto a uno precedente, avrebbe potuto far capire che Roberto era una bomba pronta ad esplodere (continua dopo il post).

 Qualche giorno prima, infatti, aveva condiviso un post popolare (poi rimosso da Facebook) in cui un tipo consiglia alla sua fidanzata di essere il meno appariscente possibile quando esce per non attirare lo sguardo degli altri uomini. Il post si chiude così “Perché se ti fai bella, ti guardano tutti, invece così no e io risparmio 30 anni di galera per omicidio“. 

Potrebbe interessarti anche: Caso Marco Vannini: spunta una nuova telefonata inedita

Teresa Franco