Francesco Pecco Bagnaia MotoGP
Francesco ‘Pecco’ Bagnaia (Getty Images)

Quattordicesimo tempo assoluto per Francesco Bagnaia nel primo giorno di Prove Libere MotoGP in Giappone. Niente top 10 per il rookie del team Pramac Ducati, che rischia di dover fare la Q1 delle Qualifiche se in FP3 domattina pioverà.

Per Pecco più difficoltà del previsto in questa prima stagione nella classe regina del Motomondiale. Tuttavia, il pilota piemontese non si scoraggia e continua a lavorare intensamente per raggiungere il livello che desidera. Sta mettendo insieme esperienza importante per una svolta nel 2020, quando guiderà la stessa Desmosedici della squadra ufficiale.

MotoGP Giappone, Bagnaia commenta le Prove Libere

Bagnaia al termine di questa giornata di prove libere MotoGP a Motegi non è soddisfatto del suo rendimento: «E’ stata una giornata abbastanza difficile. Stiamo avendo dei problemi soprattutto in frenata. Nelle FP2, però, abbiamo lavorato molto con le gomme usate e le sensazioni sono positive. Non siamo lontano dalla Top 10. La speranza è che non piova domani per migliorarci nelle FP3».

Pecco a livello di passo gara non si sente distante dai primi dieci, però ha qualche problema in frenata. Non è la prima volta che manifesta questo aspetto che gli rende complicata la guida della sua Ducati Desmosedici GP18. Il giovane rookie non riesce ancora a frenare come vorrebbe e dunque in curva non riesce ad essere sufficientemente efficace.

Nel team Pramac Racing l’impegno per aiutare Bagnaia a guidare come desidera è massimo. Tuttavia, non è sempre semplice trovare una soluzione. In generale la Ducati sembra una moto adatta al circuito di Motegi e il pilota piemontese deve riuscire a fare uno step per puntare alla top 10 in gara.