(websource)

Dopo che la Porsche ha stabilito un nuovo record al Nurburgring con il suo veicolo elettrico Taycan, Tesla ha voluto bissare il successo della casa automobilistica tedesca.

Giorni dopo l’annuncio della Porsche, le berline Tesla Model S modificate sono state fotografate a girare sulla famosa pista, dove possiamo vedere due berline Tesla Model S un po’ diverse da quelle che hanno girato il mese scorso.

La differenza più evidente è l’uscita dell’aria sul parafango anteriore dietro le ruote. Questo potrebbe aiutare a raffreddare i freni, aiutare con l’aerodinamica, o fornire un altro beneficio di prestazioni. L’altra differenza è un massiccio diffusore posteriore nascosto sotto il paraurti posteriore. Ancora una volta, questo potrebbe aiutare con l’aerodinamica e la deportanza. Le modifiche precedenti, come l’ampia apertura della griglia, i freni in carbonio-ceramica, lo spoiler posteriore e i parafanghi più larghi, rimangono invariati.

C’è già una buona probabilità che Tesla, non ufficialmente, abbia battuto il tempo di 7:42 della Porsche in pista. Tuttavia, se Tesla dovesse battere il record della Porsche, la casa automobilistica tedesca potrebbe essere in grado di segnare un tempo sul giro sempre più veloce. Quando la Porsche ha superato il Nurburgring con la Taycan e ha stabilito un nuovo record, lo ha fatto con la Taycan Turbo, non la più potente – grazie a Overboost e Launch Control – Taycan Turbo S. Entrambe producono la stessa potenza di 616 cavalli, tuttavia, la Turbo S può produrre uno sprint fino a 751 CV.

Affinché Tesla possa battere ufficialmente la Porsche, dovrà offrire al pubblico degli acquirenti di auto qualsiasi modifica apportata alle vetture, cosa che, secondo Elon Musk, CEO di Tesla, avverrà con il pacchetto Plaid. C’è una buona probabilità che Tesla stabilisca un nuovo record su giro in pista.

Ma la domanda è quanto durerà?