Terremoto Napoli, via alle prove di evacuazione per sisma ed eruzione

0
140
terremoto napoli
Eruzione e terremoto Napoli qualora il Vesuvio dovesse risvegliarsi FOTO tuttomotoriweb

Il Vesuvio potrebbe risvegliarsi in futuro e portare eruzione e terremoto a Napoli. La popolazione deve farsi trovare preparata contro qualunque rischio.

Test di evacuazione per una eventualità di eruzione con relativo terremoto a Napoli e dintorni. Il capoluogo partenopeo fa parte della zona rossa che si estende fino all’area dei Campi Flegrei, a Pozzuoli, dove sorge una caldara. Il rischio che il potente vulcano che sovrasta la città partenopea possa risvegliarsi è una ipotesi che va tenuta in considerazione per il futuro. Per questo motivo occorre farsi trovare pronti nel caso di spiacevoli eventualità, che nessuno – o almeno nessuno con un pò di sale in zucca nella testa- si augura. Una eruzione sarebbe accompagnata da un terremoto e Napoli conta circa un milione di abitanti. Tutte queste persone verranno coinvolte nei diversi piani di sicurezza predisposti dalle istituzioni locali.

LEGGI ANCHE –> Chi l’ha Visto Michele Caruso, il molestatore insulta la Sciarelli – VIDEO

Terremoto Napoli, in caso di eruzione del Vesuvio pronto il piano di evacuazione

Ogni cosa è stata disposta a tavolino e serve ora una prova diretta sul campo. E tutto quanto si svolgerà in maniera coordinata, con telefonate di allerta da inoltrare in contemporanea. I cittadini delle varie aree della città e dei comuni inglobati nella zona rossa dovranno essere istruiti nel raggiungere posti sicuri e punti di ritrovo. Inoltre verranno loro comunicate le zone da dovere evitare assolutamente nel caso in cui dovesse verificarsi una calamità naturale. Il piano è già iniziato, con la messa in atto avvenuta nella giornata di mercoledì 16 ottobre. Quanto disposto andrà avanti fino a domenica 20 nelle località di Napoli e di quelle che sorgono nei Campi Flegrei. Ovvero Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, Marano e Giugliano.

LEGGI ANCHE –> Pringles Prosecco, sequestrati centinaia di lotti in Veneto