Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Zarco? Io voglio restare in Honda”

Jorge Lorenzo incassa a buon viso l’arrivo di Johann Zarco nei box Honda ma insiste sul fatto che non ha intenzione di cercare l’uscita anticipata dal suo contratto biennale con Repsol Honda. Nonostante la serie di infortuni, i contatti con Ducati e nessuna top-10 stagionale, il tre volte campione della MotoGP ha affermato: “Il mio obiettivo e la mia idea è di concludere il mio contratto con Honda”.

Jorge Lorenzo è sotto pressione in seguito all’annuncio che Johann Zarco , disponibile per la prossima stagione dopo la divisione dalla KTM, correrà per la LCR Honda negli ultimi tre GP dopo l’evento giapponese di questo fine settimana. “È solo una questione del team LCR e della Honda”, ha commentato il maiorchino nel giovedì di Motegi- “Immagino che avessero bisogno di un pilota perché Taka deve subire un’operazione e Zarco è libero,è un pilota veloce, quindi perché no? Forse sarà molto veloce e combatterà per la pole position, non lo so! Chi lo sa!”.

Gli infortuni complicano la vita a Lorenzo

Jorge Lorenzo ha ammesso di essersi aspettato molto di più dalla sua stagione di debutto in Honda, ma non ha mai avuto la possibilità di guidare in piena forma. “Quando ho firmato per la prima volta con la Honda, mi aspettavo molto di più. Forse non necessariamente per lottare per il campionato, ma non i risultati che sto ottenendo ora”. E ricorda la lunga serie di infortuni subiti nell’arco di un anno. “Ad Aragon [l’anno scorso] ho avuto un infortunio al piede, poi in Thailandia un infortunio alla mano, poi in pre-stagione l’infortunio da scafoide, in Qatar mi sono rotto una costola e poi ad Assen mi sono rotto la schiena. Quindi non ho mai guidato al 100% con questa bici. Questo ha influenzato i miei risultati. La mia schiena si sente meglio, ogni settimana sento piccoli miglioramenti. Ma è un processo molto lungo”.

Dal punto di vista tecnico il pentacampione sta cercando di migliorare il grip al posteriore, ma il prezzo è una perdita di stabilità anteriore. “Stiamo provando alcune impostazioni diverse, ma onestamente quando vuoi ottenere una presa [posteriore] perdi la stabilità anteriore. Quindi alla fine non guadagni mai dappertutto. Per il momento non troviamo la giusta impostazione per me. Continuiamo a provare e vediamo. Qui – ha concluso Jorge Lorenzo – abbiamo alcune vecchie cose da riprovare che possono darci qualcosa in più”.