Ambulanza
Ambulanza (foto dal web)

Una coppia di anziani coniugi, di 80 e 85 anni, è stata ritrovata senza vita all’interno della propria auto che era finita in un dirupo a Pratopiano (Pistoia). Inutili i tentativi dei soccorsi giunti sul posto dopo la segnalazione delle forze dell’ordine.

Tragedia durante la scorsa notte tra martedì 15 e mercoledì 16 ottobre, a Pratopiano, località in provincia di Pistoia. Una coppia di coniugi è stata ritrovata senza vita all’interno della propria auto che era finita in un dirupo in via Baggio e Poggione. Ad avvertire i soccorritori giunti sul posto erano state le forze dell’ordine a cui si erano rivolti i familiari preoccupati per il mancato ritorno a casa in serata della coppia. Per i due anziani coniugi di 80 e 85 anni, purtroppo all’arrivo dei soccorsi non c’è stato più nulla da fare ed è stato possibile solo constatarne il decesso.

Leggi anche —> Roma, grave incidente sulla Cassia: bus si schianta contro un albero

Pistoia, tragedia nella notte: coppia di coniugi giù da un dirupo con l’auto perdono la vita

Una coppia di coniugi di 80 e 85 anni è stata ritrovata senza vita all’interno della propria auto finita in un dirupo di circa 15 metri e scontratasi infine contro un albero. È accaduto nella notte scorsa tra martedì 15 e mercoledì 16 ottobre a Pratopiano, località in provincia di Pistoia. Secondo una prima ricostruzione riportata dalla stampa locale e dalla redazione de La Nazione, i due coniugi sono stati ritrovati dai soccorritori giunti sul posto dopo la segnalazione delle forze dell’ordine che erano state avvertite dai familiari della coppia, preoccupati per il mancato rientro dei due a casa. Le due vittime erano state avvistate in mattinata nella zona di Badia a Taona (Pistoia). Una volta sul posto, insieme al personale del sast (Soccorso alpino e speleologico toscano), la polizia ed i vigili del fuoco, i sanitari del 118 non hanno potuto far altro che constatare il decesso delle due vittime ritrovati ancora all’interno dell’auto, una Fiat Panda di colore bianco. Le due salme, dopo l’autorizzazione per la rimozione, come riporta La Nazione, sono adesso a disposizione dell’autorità giudiziaria che dovrà decidere se effettuare l’autopsia.

Leggi anche —> Dramma in casa: comandante dei carabinieri si toglie la vita