Torna a casa e uccide il padre con un’ascia: l’agghiacciante motivazione del gesto 

Scena del crimine
(Getty Images)

Ad Oran (Argentina) un ragazzo di 26 anni ha ucciso il proprio padre con un’ascia dopo aver scoperto che quest’ultimo aveva stuprato la figlia, una bambina di soli tre anni.

Una raccapricciante vicenda arriva dall’Argentina, dove un ragazzo di 26 anni ha ucciso il proprio padre. È accaduto a Orán, città nella provincia nord-occidentale di Salta, lo scorso fine settimana, ma la dinamica del delitto è emersa solo in questi giorni. Secondo una prima ricostruzione, il 26enne rientrato a casa, aveva trovato la figlia di 3 anni in lacrime e dopo averle chiesto cosa fosse successo la piccola gli avrebbe indicato le parti intime e successivamente il nonno. Colto dall’ira il ragazzo ha assassinato l’anziano padre di circa 70 anni colpendolo con un’ascia all’altezza del collo.

Argentina, uomo uccide il padre anziano a colpi di ascia: aveva stuprato la figlia

Dramma ad Orán, città nella provincia nord-occidentale di Salta, in Argentina, dove un ragazzo di 26 anni ha ucciso il padre dopo aver scoperto che quest’ultimo aveva stuprato la figlia. Secondo una prima ricostruzione riportata dai media locali e dalla redazione di Leggo, durante lo scorso fine settimana, il ragazzo era rientrato in casa, dove viveva anche il padre 70enne, ed ha trovato la figlia di soli 3 anni in lacrime. Il 26enne ha chiesto cosa fosse successo e la piccola prima gli avrebbe indicato le parti intime e quando il padre le domandò chi fosse stato, avrebbe indicato il nonno. Colto dall’ira, per quanto riferito dalla bimba in stato confusionale, il ragazzo si è scagliato contro il padre anziano che per difendersi avrebbe afferrato un’ascia ferendolo. Il giovane, però, sarebbe riuscito a disarmare il genitore e lo avrebbe colpito all’altezza del collo. Sul posto sono arrivati i soccorsi che hanno trasportato i due in ospedale, dove poco dopo il 70enne è deceduto per la grave ferita riportata. Le condizioni del 26enne non desterebbero preoccupazione, ma una volta dimesso sarà arrestato per l’omicidio del padre. La piccola bambina, come riporta Leggo, è stata affidata ad una struttura pediatrica, dove i medici sarebbero preoccupati più per le sue condizioni psicologiche piuttosto che per quelle di salute.

Leggi anche —> Dramma in casa: comandante dei carabinieri si toglie la vita