Un'espressione preoccupata di Lewis Hamilton sulla griglia di partenza del Gran Premio del Giappone 2019 di F1 a Suzuka (Foto Charles Coates/Getty Images)
Un’espressione preoccupata di Lewis Hamilton sulla griglia di partenza del Gran Premio del Giappone 2019 di F1 a Suzuka (Foto Charles Coates/Getty Images)

F1 | “Ho voglia di mollare”: le parole di Hamilton preoccupano la Mercedes

Un semplice post su Instagram, pubblicato e poi rimosso qualche ora dopo. Sembrerebbe una piccola cosa, ma se a firmarlo è un personaggio come Lewis Hamilton, che sul social network in questione vanta la bellezza di 13 milioni di follower, non può che essere destinato a far discutere. A maggior ragione se le parole scritte dal cinque volte campione del mondo di Formula 1 sono confuse, criptiche, a tratti incomprensibili, e si prestano a numerose interpretazioni, anche le più preoccupanti.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

In una storia online dallo sfondo completamente nero, ora irreperibile, Hamilton ha scritto che: “Onestamente, mi sento di mollare tutto. Chiudere completamente. Che senso ha, quando il mondo è un tale casino e alla gente non sembra importare nulla. Mi voglio prendere un momento di pausa per raccogliere i pensieri. Grazie a tutti coloro che si preoccupano per il mondo”. Uno sfogo che ha allarmato non poco i tanti tifosi del fuoriclasse 34enne, che non hanno tardato a fargli arrivare i loro messaggi di sostegno. “Qualunque cosa stia accadendo”, ha scritto uno di loro su Twitter, “spero che tu stia bene. Sono sempre con te, fratello, anche se non ci siamo mai incontrati. Sii forte”. Un altro gli ha fatto eco: “Ti mando amore e vibrazioni positive”. E ancora: “Sono così preoccupato per Lewis, spero che stia bene”.

Hamilton parla di ambiente. O no?

Questi timori hanno rapidamente raggiunto, come è ovvio, anche i piani alti della Mercedes, che si sono interrogati come gli appassionati se le dichiarazioni di Hamilton lasciassero presagire una sua volontà di abbandonare la Formula 1. Ma le richieste di chiarimenti indirizzate al diretto interessato devono aver avuto un esito rassicurante, visto che un portavoce della Casa di Stoccarda ha poi chiarito all’agenzia di stampa tedesca Sid che “penso che si riferisse a questioni ambientali, non a qualcosa di legato alle corse. Tuttavia, non ne sono sicuro”.

Il mistero, dunque, resta in piedi. Anche se, a favore dell’interpretazione del portavoce Mercedes, ci sono altre parole che lo stesso Hamilton ha pubblicato a breve distanza dalle precedenti, e che trattano appunto quelle tematiche ecologiste che stanno tanto a cuore al campione. “L’estinzione della nostra razza sta divenendo sempre più probabile per via dell’eccessivo utilizzo di risorse”, prosegue Lewis. “L’agricoltura intensiva è la più grande fonte d’inquinamento attuale, con oltre il 50%, molto di più dell’industria dei viaggi complessivamente. Sono triste nel vedere così tante persone, anche amici stretti, che ignorano quello che accade ogni giorno. Ci è stato insegnato che mangiare derivati animali fosse buono per noi, ma ci hanno mentito per secoli. Voglio che la mia vita abbia un significato e, onestamente, finora non è stato così”.

Il pilota anglo-caraibico pubblica frequentemente sui social network messaggi positivi e d’ispirazione rivolti ai suoi fan, e spesso incentrati proprio sulla sua scelta di uno stile di vita vegano. Ma questi toni così oscuri hanno sollevato comprensibili preoccupazioni sul suo stato emotivo e psicologico, evidentemente molto deluso e provato.