Latte Mibona
Il latte Mibona oggetto del ritiro (foto dal web)

La Lidl, con un avviso sul proprio sito, ha reso noto il ritiro di un lotto di latte parzialmente scremato Milbona per una non conformità agli standard microbiologici.

La nota catena di supermercati Lidl ha pubblicato sul proprio sito un avviso in merito al ritiro dal mercato di un prodotto alimentare. Oggetto del richiamo è un lotto di latte parzialmente scremato della marca Milbona per una non conformità agli standard microbiologici che sarebbe stata rilevata durante i test di autocontrollo. Il latte è prodotto per Lidl dall’azienda tedesca Fude + Serrahn Milchprodukte GmbH & Co. Nell’avviso pubblicato sul sito, la catena di supermercati ha esortato i clienti già in possesso del prodotto a non consumarlo e riportarlo presso un punto vendita per il rimborso che avverrà anche senza la presentazione dello scontrino.

Leggi anche —> Il tifone più potente degli ultimi 60 anni: sale drasticamente il numero delle vittime

Lidl ritira un lotto di latte parzialmente scremato: non conforme agli standard microbiologici

La Lidl ha pubblicato sul proprio sito una nota relativa al ritiro dal mercato di un lotto di latte parzialmente scremato per una non conformità agli standard microbiologici, emersa nel corso dei test di autocontrollo effettuati dal produttore. Nello specifico ad essere stato ritirato dagli scaffali è un lotto di latte parzialmente scremato della marca Milbona venduto in confezioni da un litro e contrassegnato dal numero EAN: 4056489108610. Il latte, prodotto per Lidl da Fude + Serrahn Milchprodukte GmbH & Co nello stabilimento di Münsterstraße 31, a Everswinkel, Renania Settentrionale-Vestfalia, in Germania, riporta le seguenti date di scadenza: 14 ottobre 2019, 15 ottobre 2019, 18 ottobre 2019 e 20 ottobre 2019. Nell’avviso pubblicato Lidl e l’azienda di produzione, scusandosi per il disagio, hanno esortato i clienti che avessero già acquistato il prodotto a non consumarlo e riportarlo presso un punto vendita della catena di supermercati che provvederà al rimborso, il quale sarà erogato anche senza la presentazione dello scontrino fiscale. Inoltre la catena di supermercati ha fornito ai propri clienti un numero verde (800 48 00 48) da contattare per qualsiasi altra informazione in merito.

Leggi anche —> Elezioni, nuovo cambio di rotta: i sondaggi riportano uno stacco di 10 punti