Neonato malformato, non ha gli occhi: la madre lo abbandona in ospedale

0
306
Neonato malformato
Un neonato malformato abbandonato dalla mamma in ospedale perché nato senza occhi FOTO tuttomotoriweb

Una donna ha scelto di non prendere con sé il neonato malformato che ha dato alla luce. Colpa di un grave deficit fisico che lo ha colpito in grembo.

Un neonato malformato è stato abbandonato dalla mamma. Il piccolo è venuto al mondo senza gli occhi e la donna che lo ha partorito ha scelto di lasciarlo nell’ospedale dove lo ha partorito. Una decisione purtroppo sofferta e dettata dall’estrema povertà nella quale questa famiglia versa. Il fatto è avvenuto nella città di Tomsk, in Russia. Siamo in piena Siberia. La madre del neonato malformato è cresciuta a sua volta in un orfanotrofio, ed una volta scoperto che il piccolo sarebbe nato senza gli occhi, ha fatto sapere che non lo avrebbe tenuto. Questo perché non sarebbe stato in grado di garantirgli tutti gli aiuti dei quali il piccino avrebbe necessitato. Il piccolo è affetto dalla sindrome da anoftalmia SOX2, una rara condizione – molto acuta in questo caso – che pregiudica per l’appunto lo sviluppo degli organi deputati al funzionamento della vista.

LEGGI ANCHE –> Non è la D’Urso Live, Marina Giulia Cavalli: “Ho parlato con mia figlia morta”

Neonato malformato, disposta l’adozione anche internazionale

Il neonato è stato chiamato Sasha ed è del tutto privo di bulbi oculari. Una infermiera in particolare si è molto affezionata a lui, lo nutre, ci gioca e lo accudisce. Non si sa chi sia il padre ed ora il bebè è stato posto in stato di adozione. Con la speranza che la sua condizione non pregiudichi la possibilità di trovare un famiglia che sia in grado di amarlo e di farlo crescere come un bambino normale. Il neonato, secondo i medici, è affetto da una forma estrema di rara sindrome da anoftalmia SOX2. L’infermiera che si prende cura di lui lo descrive come un bambino come tanti, gioca, ride, mangia, ma il piccolo non può vedere perché non ha sviluppato i bulbi oculari. Il piccolo non ha una mamma e non si sa chi possa essere il papà, così è stato messo in adozione, anche se la sua condizione la rende più complessa rispetto a quella di altri bimbi. Pare che verrà presa in considerazione anche l’ipotesi di procedere con una adozione internazionale.

LEGGI ANCHE –> Povia malato: “Devo operarmi, un male di cui soffro si è aggravato” – FOTO