Buriram Circuit
photo Facebook

MotoGP, Buriram cambia data: ma niente gara notturna

Dopo il caldo week-end MotoGP in Thailandia, gira voce che la gara del prossimo anno potrebbe essere spostata a marzo e prendere il via in notturna. Ma le fonti locali avvertono che nel mese di marzo fa ancora più caldo e i tassi di umidità sono ben più alti.

L’unica soluzione in caso di spostamento data nel 2020 è correre di sera, così da evitare la bolla di caldo rovente e, data l’ampia illuminazione del circuito già in atto, sembra avere perfettamente senso per i fan tailandesi. Non solo una gara notturna eviterebbe la calura – la stessa ragione data per il Qatar che diventa il primo e finora unico evento notturno della MotoGP – ma anche il numero di spettatori potrebbe aumentare poiché i fan sarebbero disposti a guardare all’aria aperta (supponendo senza pioggia) piuttosto che essere costretto a cercare l’ombra in una tribuna.

Ma l’ipotesi di gara serale sembra non fattibile per la stagione 2020, con l’illuminazione esistente non del livello richiesto per la MotoGP e a distanza di soli cinque mesi prima della prossima gara. Secondo fonti Dorna un Gran Premio in notturna non è nei piani per il 2020 – riferisce Crash.net -. Bisognerà installare un’adeguata attrezzatura e questo richiede tempo e denaro.

Il round al Buriram di World Superbike di quest’anno si è tenuto a marzo quando le temperature dell’aria hanno raggiunto i 36 gradi (5 gradi più caldi della MotoGP) e la temperatura della pista 52 gradi (4 gradi più alti della MotoGP). Secondo il calendario provvisorio del Motomondiale 2020 il Chang International Circuit del Buriram ospiterà la seconda gara del prossimo anno dal 19 al 22 marzo, subito dopo l’esordio stagionale in Qatar.