Andrea Dovizioso sta con Valentino Rossi: “Ha più talento di Marquez”

0
9102
Andrea Dovizioso con Marc Marquez e Valentino Rossi (Foto Gepa pictures/Andreas Pranter/Red Bull)
Andrea Dovizioso con Marc Marquez e Valentino Rossi (Foto Gepa pictures/Andreas Pranter/Red Bull)

MotoGP | Andrea Dovizioso sta con Valentino Rossi: “Ha più talento di Marquez”

Valentino Rossi o Marc Marquez: chi è il più forte? Una domanda affascinante, discussa da tutti gli appassionati di motociclismo, ma che non ha una vera risposta univoca. Il Dottore e il Cabroncito hanno dominato epoche diverse della MotoGP, da un punto di vista sia tecnico che umano.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Divisi come sono da quattordici anni di età, in pista si sono sfiorati e scontrati, ma in momenti molto distanti della loro carriera, senza che si potesse davvero decretare un vincitore tra i due. E nemmeno i freddi numeri, che al momento premiano Vale ma che un domani potrebbero sancire il sorpasso di Marc, bastano a chiudere definitivamente questa vicenda.

Dovizioso punta su Valentino Rossi

In compenso, su questo quesito destinato a rimanere per sempre in sospeso si misurano esperti, osservatori e addetti ai lavori, ciascuno dei quali ha un parere diverso sui punti di forza e di debolezza di questi due straordinari fuoriclasse. Ma uno dei pareri più autorevoli e anche discussi degli ultimi giorni è quello pronunciato da Andrea Dovizioso, in occasione della sua apparizione al Festival dello Sport organizzato dalla Gazzetta dello Sport a Trento.

Desmodovi si è schierato dalla parte del suo connazionale, sostituendo che i nove titoli iridati di Valentino Rossi siano stati frutto di un maggiore talento e intuito agonistico rispetto a quelli di Marquez. “Secondo me Vale ha più talento”, ha sostenuto il pilota della Ducati. “Lui analizza e lavora sodo, ma tutto ciò che ha fa e che ha fatto, tutte le vittorie che ha ottenuto, si basavano più sul suo talento e sul suo istinto. Più rispetto a Marc”.

Ma il capo Ducati preferisce Marquez

Di opinione diverso sembra essere il suo amministratore delegato Claudio Domenicali, che ha invece speso parole di grande elogio nei confronti dello stile di guida del rivale. “Marc ha inventato un nuovo modo di guidare: usare il gomito e controllare lo scorrimento della ruota anteriore”, ha spiegato in un’intervista ai microfoni della rivista specializzata austriaca Speedweek. “Credo che solo chi lo studierà meglio potrà battere Marquez”.

Ma anche il numero uno della Ducati concorda che quello dello spagnolo non è solo talento naturale: “Lui lavora molto più attentamente e metodicamente di quanto sembri. Ha un grande talento, perché senza non si va lontano, ma dietro al talento serve anche una grande preparazione. Il modo in cui guida la moto non è frutto del caso: viene analizzato, preparato, compreso e allenato, per migliorarlo costantemente. Questo non è semplice talento”.

E lo sa molto bene proprio la Rossa di Borgo Panigale, che da tre stagioni consecutive viene messa alle spalle proprio dal campione di Cervera. “Se Marquez non fosse esistito, avremmo vinto due Mondiali in più”, ha concluso Domenicali. “E questa non è un’ipotesi, è un dato di fatto”.