Uccisa dalla polizia in casa sua, tragedia assurda

Uccisa dalla polizia
Polizia statunitense (foto dal web) 

Uccisa dalla polizia mentre si trovava in casa sua, è accaduto a una donna di 28 anni la notte scorsa: è giallo

E’ stata uccisa in casa sua mentre giocava con il nipotino, dai colpi di pistola di un poliziotto verso la sua finestra. Atatiana Jefferson, afroamericana di 28 anni, è morta in questa maniera assurda a Fort Worth, in Texas, alle due del mattino della notte scorsa. Un vicino, anche lui afroamericano, aveva chiamato la polizia, insospettito dal fatto che casa di Atatiana fosse aperta e le luci fossero accese. La donna stava però semplicemente giocando sul divano con un videogame con il nipotino. Il poliziotto intervenuto sul posto si è avvicinato alla finestra, dove si è diretta anche Atatiana, insospettita da alcuni rumori. Il poliziotto le ha ordinato di alzare le mani, ma la donna sarebbe stata raggiunta subito da alcuni colpi di pistola, senza avere il tempo di reagire e morendo quasi immediatamente. I vertici della polizia spiegano che l’agente avrebbe percepito un pericolo, ma la donna pur possedendo una pistola al momento degli spari non la impugnava. Ci sono dubbi sulla condotta del poliziotto, completamente contraria alle procedure. In più, monta il caso per un ennesimo assassinio di afroamericani da parte della polizia nella zona negli ultimi mesi.