La Williams nega le novità a Kubica. Il polacco: “Superato il limite”

F1 | La Williams nega le novità a Kubica. Il polacco: “Superato il limite”

A Robert Kubica sono saltati i nervi e in quel di Suzuka, al termine della corsa, non è proprio riuscito a trattenersi dal lavare i panni sporchi davanti a media della sua Polonia.

Il casus belli che ha fatto scatenare la tensione tra il driver di Cracovia e la Williams sarebbe stata la decisione del team di rimuovere tutti gli aggiornamenti, e in particolare l’ala anteriore, dalla sua macchina, in occasione della giornata di domenica quando si sono disputate qualifiche e gara.

Va detto che venerdì, durante le prove libere, il nuovo elemento aerodinamico era stato montato sia sulla monoposto del 34enne, sia su quella di George Russell, e alla fine il vincitore del GP del Canada 2008, a differenza dell’inglese che aveva notato un peggioramento delle prestazioni, aveva dato un feedback positivo. Ciò nonostante la squadra ha deciso di non utilizzarla.

Per la prima volta dopo tanto tempo eravamo andati bene“, ha sostenuto il polacco all’emittente locale. “E grazie all’evoluzione, la mia macchina aveva dato una buona risposta. Poi però, per qualche strana ragione, l’ala è stata rimossa dalla mia auto giusto prima dell’avvio della sessione di qualifica. Forse hanno avuto troppo tempo per pensare sabato”, ha ironizzato polemico facendo riferimento allo stop forzato per via del Tifone Hagibis.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

A mio avviso la decisione non ha avuto nulla a che vedere con la pista, ma più ad altro“, ha buttato lì il sospetto nei confronti della scuderia, che secondo lui lo starebbe boicottando in quanto consapevole che non resterà nel gruppo nel 2020. “Ero a conoscenza di alcune cose, ma adesso si è superato il limite“.

Siccome a pensare male si fa peccato, ma a volte ci si azzecca, potrebbe ritrovarsi in questo discorso il motivo dello strano incidente che lo ha visto protagonista proprio a Q1 appena cominciato. Sarà forse stata un’uscita ad arte per ripicca?

Chiara Rainis