F1 Suzuka, Leclerc penalizzato e Ferrari multata

Charles Leclerc, Ferrari (©Getty Images)

F1 | Suzuka, Leclerc penalizzato e Ferrari multata

Quanto accaduto in Giappone questa domenica resterà di certo nella storia dello sport. Non era probabilmente mai accaduto prima che una collisione venisse archiviata come semplice episodio di gara, per poi invece essere rivalutata dai commissari e sanzionata dopo un lungo conciliabolo post corsa.

Il penalizzato del caso è stato Charles Leclerc che ha subito l’arretramento in 7° piazza a seguito di una punizione di 15″ per il contatto alla curva 2 del primo giro con la Red Bull di Max Verstappen, poi costretto al ritiro.

Il monegasco è stato innanzitutto ritenuto colpevole di aver innescato l’incidente, quindi di aver chiuso sul #33, che invece gli aveva concesso lo spazio necessario per passare, fino a mandarlo in testacoda. Per questa manovra il Principino ha preso 10″ di penalità.

In secondo luogo, al campione di F2 del 2017 sono stati inflitti ulteriori 5″ e 2 punti sulla patente, per aver fatto uscire di pista l’avversario.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La Ferrari ha causato un pericolo

Infine, e qui è la parte del fatto più spinosa, l’errore del driver di Montecarlo si è sommato a quello del box rosso. Rimasto con una sezione dell’ala anteriore a penzoloni, Leclerc richiamato dal muretto si è rifiutato di rientrare in pit lane, per farlo soltanto al giro 4.

Una condotta pericolosa la sua, che ha portato a delle conseguenze importanti per gli avversari. In particolare il carbonio volato via alla curva 14 ha danneggiato pesantemente lo specchietto retrovisore di Lewis Hamilton che seguiva la SF90, quindi i detriti si sono andati a conficcare nella presa d’aria dei freni della MCL34 di Lando Norris con successivo surriscaldamento e necessaria sosta extra.

A fronte del gran rifiuto da parte di Charles, è dovuto intervenire lo stesso direttore di gara Michael Masi. Per questo alla scuderia del Cavallino sono stati comminati 25000 dollari di multa.

Chiara Rainis