Lancia Ypsilon Monogram: edizione elegante in stile Gold and Noir

0
136

Lancia Ypsilon Monogram

Lancia Ypsilon Monogram: edizione elegante in stile Gold and Noir

Ypsilon Monogram è la nuova serie speciale di casa Lancia, caratterizzata dalla veste bicolore Gold and Noir.

Dopo 34 anni, quasi 3 milioni di unità vendute e oltre 30 serie speciali, per la prima volta il simbolo Ypsilon diventa un monogramma. I designer del Centro Stile Lancia, infatti, hanno interpretato la lettera “Y” come un segno grafico inedito. Il montante anteriore crea una sfumatura fluida tra il tetto e la carrozzeria come un sofisticato abito “double color”. Diversi i dettagli che rendono la Lancia Ypsilon Monogram un gioiello di stile: il baffo porta logo, l’inserto sulla griglia frontale inferiore, le maniglie delle portiere, le coppe ruota, le calotte degli specchietti e il paraurti posteriore.

Il Light Gold impreziosisce anche gli interni, caratterizzati dal classico motivo a chevron. Di serie climatizzatore, radio UconnectTM con schermo touch da 5″, volante in pelle, specchietti retrovisori esterni elettrici, sensori di parcheggio posteriori, fendinebbia. La nuova Ypsilon Monogram adotta la trazione anteriore e propulsori brillanti nelle prestazioni, contenuti nei consumi e rispettosi dell’ambiente. La vettura può essere equipaggiata con il motore benzina 1.2 Fire Evo II da 69 CV adatto ai neopatentati. Ma è disponibile anche nella versione con la doppia alimentazione a benzina e GPL. Completa la gamma l’ecologico 900 cm3 a metano da 70 CV.

La nuova Ypsilon Monogram verrà presentata al pubblico in tutti gli showroom Lancia nei weekend dell’19-20 e 26-27 ottobre. Con la nuova serie speciale della Fashion City Car, Lancia continua il suo dialogo con le donne attente allo stile. Lancia Ypsilon, infatti, continua a essere l’auto del suo segmento più amata dalle donne italiane, e per il terzo anno consecutivo Ypsilon conferma il suo sostegno alla Fondazione Umberto Veronesi e l’impegno sul tema della prevenzione e della ricerca contro il tumore al seno, con la partecipazione alla PittaRosso Pink Parade e il progetto “What a Wonderful Word”.