Leon Camier
Leon Camier (©Getty Images)

Un 2019 da dimenticare per Leon Camier, condizionato da numerosi problemi fisici e assente in ben sei round del campionato mondiale Superbike.

Mancando il pilota di punta, per la Honda è stato difficile ottenere risultati interessanti. Si è vista la differenza tra il britannico e i colleghi di marca a Magny-Cours, quando Camier è rientrato centrando il settimo posto in Gara 1 e il nono in Gara 2. Piazzamenti che gli altri si sognano con una moto che comunque ha dimostrato di essere la peggiore della griglia WorldSBK.

Superbike 2020, mercato piloti: che futuro per Camier e Mercado?

Camier è tra quei piloti che per il campionato mondiale Superbike 2020 non ha ancora una sistemazione sicura. Difficile una sua permanenza in Honda, visto che nel nuovo team ufficiale HRC ci dovrebbe essere Takumi Takahashi come compagno di Alvaro Bautista. Da definire anche cosa faranno le strutture Moriwaki e Althea.

Il 33enne di Ashford si è così espresso sul proprio futuro ai microfoni di Speedweek: «Kuwata, capo dell’HRC, non mi ha detto che non ci sarà posto per me. Mi ha spiegato che le decisioni finali non saranno prese fino alla metà o alla fine di ottobre. Non so se posso aspettare così tanto. Sto parlando con Barni Ducati e Puccetti Kawasaki. Puccetti propende per Haslam, ma Leon non sa cosa vuole fare. Non posso dire esattamente dove sarò perché non so nulla delle negoziazioni degli altri piloti». Ci sono pure proposte dalla British Superbike, però lui vuole rimanere nel Mondiale SBK.

Oltre a Camier, anche Leandro Mercado non conosce il proprio futuro. Vuole rimanere nel campionato WorldSBK, ma il team Orelac Racing VerdNatura nel 2020 potrebbe non esserci se non trovare un accordo con un nuovo costruttore. La collaborazione con Kawasaki non soddisfa la squadra spagnola, che cerca alternative e pensa anche a lasciare la competizione.

Mercado ha dei contatti con il team Go Eleven, che deve sostituire Eugene Laverty e dunque ha libera una Ducati Panigale V4 R. Per Dorna la sua permanenza in griglia sarebbe positiva, considerando che un round si corre proprio in Argentina (in questo weekend). Tati non è l’unico nome nella lista della squadra italiana, che presto dovrebbe prendere una decisione. L’opzione Randy Krummenacher è sfumata, dato che lo svizzero ha deciso di continuare in Supersport nel 2020.