Cancro ai polmoni, esiste una proteina in grado di sconfiggere la malattia

0
131
Medico laboratorio
(Getty Images)

Secondo un recente studio condotto dall’Università di Brescia e dell’Istituto Humanitas esiste una proteina che attiverebbe il sistema immunitario contro il cancro ai polmoni.

Una ricerca avanguardistica quella condotta dall’Università di Brescia e dell’Istituto Humanitas da cui è emerso che esiste una proteina in grado di attivare il sistema immunitario e così sconfiggere le cellule tumorali dei polmoni.  Lo studio è stato pubblicato su Cancer Immunology Research, rivista dell’American Association for Cancer Research (AACR).

Leggi anche —> Premio Nobel: scoperto cos’è che permette al cancro di espandersi

Cancro ai polmoni: la proteina CCRL2 attiva il sistema immunitario e combatte la malattia

La proteina che attiva il sistema immunitario sconfiggendo le cellule tumorali si chiama CCRL2 ed è presente su numerose cellule in particolar modo su quelle dei polmoni. Propri in tali organi la proteina si trova sul tessuto che riveste i vasi sanguigni e funge da richiamo per una particolare tipologia in grado di uccidere quelle tumorali. A riportare la notizia il quotidiano Il Giorno, sul quale si leggono le parole del principale autore dello studio, il professor Silvano Sozzani: “Nel corso del nostro studio abbiamo analizzato informazioni provenienti da banche dati del National Institute of Health di campioni ottenuti da pazienti affetti da adenocarcinoma polmonare e utilizzato cellule e modelli sperimentali con cui simulare aspetti della malattia. Questo ci ha permesso – ha proseguito il professore– di identificare le cellule Natural Killer come sentinelle essenziali nei confronti dei tumori polmonari e di associare i livelli di espressione di CCRL2 con l’aggressività della crescita tumorale“.

Lo studio, sovvenzionato dalla Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro, è stato condotto insieme dal Professor Silvano Sozzani  in collaborazione con Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas e docente di Humanitas University. Stando a quanto riportato dalla redazione de Il Giorno, Mantovani avrebbe dichiarato: “I risultati che abbiamo raggiunto dimostrano che questa proteina riveste un ruolo cruciale nel modellare una risposta immunitaria contro il tumore polmonare. Per questa funzione, CCRL2 si candida a essere un nuovo marcatore prognostico del tumore

Leggi anche —> Tumore del colon-retto: uno screening può salvare la vita