Bambina di un anno grave in ospedale: avrebbe ingerito della droga

ospedale bambina
Ospedale (Getty Images)

Una bambina di solo un anno si trova ricoverata nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia a seguito di ingestione di droga: la posizione dei genitori è al vaglio degli inquirenti.

Una bambina di solo un anno si trova ricoverata in coma farmacologico presso il reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia poiché potrebbe aver ingerito della droga. La piccola, portata al pronto soccorso dai genitori è giunta nella struttura già priva di sensi. Informate dell’accaduto le forze dell’Ordine, che al momento stanno vagliando la posizione dei due coniugi, nomadi croati, che vivono in una roulotte nella periferia di Foggia.

Foggia, bambina di un anno ricoverata in ospedale per aver ingerito della droga: le sue condizioni sono gravissime

Sarebbe arrivata in ospedale già in condizioni gravissime la bimba di un anno ora ricoverata in coma farmacologico, riporta la redazione di Repubblica, presso il reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia. Trasportata d’urgenza al pronto soccorso dai genitori, lei 35 anni e lui 40 con precedenti penali, nella serata di ieri, giovedì 10 ottobre, i medici hanno immediatamente eseguito degli esami per verificare se la piccola avesse ingerito della droga e dai risultati, riporta Repubblica, sarebbe emersa positività ai cannabinoidi. Informate le Forze dell’ordine, come per legge, i militari hanno perquisito la roulotte in cui vive la famiglia di nomadi croati in località Incoronata, periferia di Foggia, non trovando però alcuna traccia di sostanze stupefacenti. Al momento le condizioni della piccola sono gravi e la posizione del padre e della madre è al vaglio degli inquirenti. La piccola secondo una prima ricostruzione, riporta Repubblica, potrebbe aver ingerito dell’hashish sicché i medici avrebbero ritenuto necessaria l’induzione del coma farmacologico per farle smaltire l’eventuale sostanza assunta.

Neanche un mese fa era giunta in Italia la notizia di una bambina di solo un anno morta a causa della somministrazione da parte della madre di eroina. La donna arrestata dopo un anno dalla morte della piccola avrebbe confessato di averle in più occasioni strofinato sulle gengive la droga per farla addormentare. A denunciarla fu il suo compagno che si accorse di quanto stava accadendo in casa.

Leggi anche —> Giovane madre uccisa brutalmente dal compagno: lascia una bambina di 6 anni