Stefano Pioli
Stefano Pioli (Getty Images)

Il nuovo allenatore del Milan Stefano Pioli al termine della conferenza stampa di presentazione ha voluto rivolgere un pensiero a Davide Astori, scomparso nel marzo 2018.

Nella giornata di ieri il Milan ha deciso di esonerare il tecnico Marco Giampaolo, dopo un avvio di stagione abbastanza deludente. L’allenatore di Bellinzona, il quale aveva racimolato 9 dei 21 punti a disposizione nelle prime sette giornate di campionato, è stato sostituito da Stefano Pioli che ieri ha firmato un biennale con la società rossonera ed ha svolto il primo allenamento a Milanello. Dopo la conferenza stampa di presentazione con fotografi e giornalisti, Pioli ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni del sito ufficiale del Milan rivolgendo anche un pensiero a Davide Astori, l’ex capitano della Fiorentina scomparso nel marzo del 2018 che il tecnico emiliano ha allenato durante la sua esperienza sulla panchina Viola.

Milan, il nuovo allenatore Stefano Pioli: “Sono sicuro che Davide sia contento di sapere che sono qui

Stefano Pioli è il nuovo allenatore del Milan. Il tecnico emiliano è arrivato ieri a Milano per prendere il posto di Marco Giampaolo che ha concluso la sua avventura in rossonero dopo soli pochi mesi a causa di un avvio di stagione deludente (3 vittorie e 4 sconfitte in 7 giornate) che non ha convinto dirigenza e tifosi. Il compito di mister Pioli è, dunque, quello di risollevare le sorti della formazione rossonera, adesso al 13esimo posto a due punti dalla zona Europa e a meno 10 dalla vetta della classifica. Pioli, dopo aver messo nero su bianco l’inizio della sua avventura firmando un contratto biennale, ha partecipato alla rituale conferenza stampa di presentazione con fotografi e giornalisti. Al termine dell’appuntamento con la stampa il nuovo allenatore ha rilasciato qualche dichiarazione anche ai microfoni del sito ufficiale del Milan spiegando: “È chiaro che quando arriva un altro allenatore, con idee diverse, dobbiamo costruire la nostra identità. Sappiamo che ci sono tante gare da giocare, ma il tempo nel nostro lavoro è sempre limitato e dobbiamo sfruttare tutti i momenti in cui possiamo lavorare, conoscerci e diventare una squadra il prima possibile. Ho le idee chiare, spero di avere presto tutto il gruppo a disposizione. Dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro e pensare alla prossima partita senza voltarci indietro. Devo far capire ai miei giocatori cosa voglio da loro sia in termini di gioco che di atteggiamenti e dovrò spronarli“. In merito alla media d’età della formazione rossonera, Pioli ha spiegato: “La giovane età ti dà tanti vantaggi: l’entusiasmo, la sfrontatezza, la voglia di correre e di divertirsi. Deve essere una nostra risorsa, anche perché i nostri giovani sono di qualità“. Infine il nuovo allenatore ha rivolto un pensiero a Davide Astori, l’ex capitano della Fiorentina scomparso il 4 marzo del 2018 che al Milan è cresciuto militando per cinque anni nelle giovanili: “Sono sicuro che Davide sia contento di sapere che sono qui. Ho avuto la fortuna di conoscerlo, resterà sempre nei miei pensieri perché era una persona speciale“.

Leggi anche —> Crisi in casa Milan: i nomi per sostituire l’allenatore Marco Giampaolo