Netflix e Mediaset chiudono maxi accordo: insieme per due anni- VIDEO

0
70

Netflix e Mediaset hanno firmato un accordo che li terrà uniti per i prossimi due anni durante i quali verranno realizzati sette film: il progetto al momento a tempo determinato non esclude un ulteriore proseguo della partnership.

La cinematografia italiana sarà esportata in tutto il mondo grazie all’accordo fra Netflix e Mediaset: una partnership che durerà in via sperimentale per due anni durante i quali saranno realizzati ben sette film dai contenuti più vari. Ma non è tutto Reed Hastings fondatore e Ceo di Netflix, ha affermato che a breve potrebbe aprire una sede fisica della piattaforma in Italia. A riportare la notizia i maggiori organi di stampa tra cui l’Ansa.

Netflix e Mediaset, accordo raggiunto, insieme per due anni: “Noi siamo complementari”

Stando a quanto riportato dall’agenzia di stampa italiana Ansa, Netflix e Mediaset hanno chiuso un maxi accordo: per due anni, almeno per il momento, la nota piattaforma distributrice di film e serie tv e l’emittente italiana porteranno avanti una partnership che prevede la realizzazione di ben sette film. Una grande opportunità per il cinema italiano che raggiungerà ogni parte del mondo. A parlare dell’accordo Reed Hastings fondatore e Ceo Netflix, il quale durante la conferenza stampa tenutasi a Roma all’interno della Galleria Nazionale d’Arte Moderna, avrebbe dichiarato: “Noi siamo complementari“. L’Ansa riferisce che l’accordo prevede la produzione di ben sette film che verranno trasmessi in anteprima su Netflix e solo 12 mesi dopo in esclusiva gratis su Mediaset, con molta probabilità su Canale 5.

Ad esprimersi sulla partnership anche Alessandro Salem, direttore generale contenuti Mediaset: “Potrebbe essere solo il preludio di un rapporto più solido e duraturo – riporta l’Ansache si potrebbe estendere anche ad altri paesi, forse a partire dalla Spagna. L’idea di collaborare insomma c’è“. Assente durante la conferenza l’ad Mediaset Pier Silvio Berlusconi, colpito da una forte influenza, che però ha mandato un messaggio: “Nel prossimo futuro grazie alla dimensione del nostro progetto europeo MFE punteremo a rafforzare accordi come questo, un’ottima notizia per tutta l’industria del cinema e della produzione italiana“.

Il contenuto dei sette film: l’adolescenza, lo sport ed il sud

Nei film che verranno realizzati durante questa collaborazione i temi toccati saranno dei più vari: dai problemi adolescenziali, tanto cari a Netflix, allo sport, per poi passare dal sud alle storie d’amore.

Sotto il sole di Riccione” con la sceneggiatura di Enrico Vanzina, avrà ad oggetto la storia di un gruppo di teenager sulla riviera romagnola. “Sulla stessa onda“, diretto da Massimiliano Camaiti e prodotto da  Olivia Musini parlerà sempre di avventure adolescenziali ma questa volta ambientate in Sicilia. “Il divin codino“, invece, sarà la storia del noto calciatore Roberto Baggio con la regia di Letizia Lamartire, il quale parlerà dei 22 anni trascorsi sul campo dal campione. “Al di là del risultato“, diretto da Francesco Lettieri, vicenda di un ultras cinquantenne napoletano che si trova a fare un bilancio della propria esistenza in un confronto con un ragazzo adolescente. E infine “L’ultimo Paradiso” prodotto e interpretato da Riccardo Scamarcio: un film ambientato nella Puglia degli anni Cinquanta in cui un capo dei braccianti si innamora della figlia di un latifondista. I film dovrebbero essere pronti l’anno prossimo ma il Ceo di Netflix, riporta l’Ansa, ha invitato a non avere alcuna fretta.

A questa novità della partnership se ne aggiunge un’altra: Netflix, a breve, potrebbe aprire una sede fisica in Italia. Hastings ha, infatti, spiegato che per lui gli adempimenti fiscali sono di prioritaria importanza e che le voci sui presunti debiti di Netflix sono infondate: ”Noi non abbiamo il problema del debito – avrebbe riferito il fondatore della piattaforma, stando a quanto riportato dall’Ansa– perché anche se investiamo continuiamo a crescere”. Sulla possibilità che i famosi sette film possano passare nelle sale cinematografiche Hastings ha spiegato: “Noi vogliamo creare contenuti e non siamo contrari a che vengano proiettati nelle sale. Abbiamo tanti concorrenti ma non ci spaventa, il nostro scopo – riporta l’Ansaè solo gratificare il cliente”. Per Netflix la varietà di fruitori rappresenta una sfida: soddisfare le esigenze di ogni suo abbonato, infatti, ha reso famosa la piattaforma e per tali ragioni anche in questa circostanza si impegnerà nella divulgazione di contenuti originali e di ogni genere.

Leggi anche —> Camion contro auto al semaforo, diversi feriti: si teme la pista terroristica – FOTO