Spa (©Getty Images)

Automobilismo| Incidente F2 Spa, Correa in un video ai fan: “Non so se tornerò come prima”

Da quel tragico giorno di fine agosto in cui al giro 2 della gara del sabato di F2 a Spa  è stato coinvolto nell’incidente che ha tolto la vita alla giovane promessa dell’automobilismo francese Anthoine Hubert Juan-Manuel Correa ha vissuto momenti durissimi. Prima la paura di subire l’amputazione dei piedi, poi il coma indotto per sopraggiunti gravi problemi polmonari e infine, al risveglio, la notizia di aver poche possibilità di tornare quello di prima.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Da allora, ogni qualvolta c’è stato anche un minimo cambiamento nelle condizioni del pilota del Sauber Junior Team, i genitori, e il padre in particolare, hanno dato informazione ai fan via pagina Instagram. Ed è proprio attraverso quella piattaforma sociale che il 20enne ha voluto inviare il suo primo messaggio video dal crash belga.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

I’m back ❤️

Un post condiviso da Juan Manuel Correa (@juanmanuelcorrea_) in data:

Sono tornato“, le parole di colui che potremmo definire un miracolato. “Ho deciso di riprendere a comunicare sui miei social”.

Sono state 5 settimane davvero dure dal crash. Non l’ho mai fatto pubblicamente, ma oggi colgo l’occasione per esprimere le mie più sincere condoglianze alla famiglia di Hubert. E’ stato uno shock per tutti“, ha proseguito ricordando il collega.

Non pensi mai che qualcosa del genere possa capire finché ci passi. Mi sento grato di essere ancora qui, anche se la strada del recupero è lunga“, ha aggiunto a proposito della propria riabilitazione. “Ancora non è possibile dire con certezza se potrò riprendermi al 100%, in ogni caso, secondo quanto riferito dai dottori questa fase durerà tra gli otto mesi e l’anno“.
Il driver di Quito, al momento immobilizzato a letto in una clinica specialistica di Londra già la prossima settimana subirà un nuovo intervento al piede destro, particolarmente compromesso e per questo da ricostruire chirurgicamente.
Nei giorni scorsi era stato sottoposto ad un intervento lungo ben 17 ore.
Chiara Rainis