(Image by Motor1)

Abbiamo visto Audi sfoggiare veicoli di prova di pre-produzione per mesi, ma oggi, finalmente, sono stati tolti i veli attorno al restyling della RS4 Avant.

Non è una grossa sorpresa rispetto a quello che ci aspettavamo, un volto completamente rinnovato, una tecnologia aggiornata all’interno e il familiare V6 potenziato sotto il cofano.

(Image by Motor1)

La differenza più grande è ovviamente la griglia monotelo, che è un po’ più larga e, come tale, si allinea con il resto della gamma Audi moderna. Per la RS4 Avant è in realtà un po’ più larga della base A4, e consiste nella struttura a nido d’ape per la quale sono noti i modelli RS. Più indietro, i passaruote della RS4 sono più larghi di poco più di 3 cm rispetto alla A4 Avant standard, in modo da accogliere meglio i pneumatici più robusti.

La grande novità per gli interni è il nuovo touchscreen MMI da 10,1 pollici. È inclinato sempre più leggermente verso il guidatore e adotta le funzioni che in precedenza erano gestite dal pulsante rotante sulla console centrale. Trattandosi di un modello RS, lo schermo può visualizzare tutto, dalle informazioni vitali del veicolo alle forze G e ai tempi sul giro. A dire il vero, non siamo sicuri che quest’auto si renda conto che si tratta di una station wagon.

(Image by Motor1)

Per questo giro almeno, gli aggiornamenti sono relegati all’estetica e alla tecnologia. Sotto il cofano della RS4 Avant troverete il familiare V6 twin-turbo da 2.9 L, che sviluppa 444 cavalli di potenza che passano dalle sue ruote da 19 pollici di serie. La trasmissione è gestita dal cambio Tiptronic a otto marce, e quando tutto funziona in armonia, Audi dice che la RS4 Avant può raggiungere i 100 km/h in 4,1 secondi.

La RS4 Avant 2020 sarà in vendita alla fine di questo mese con un prezzo di partenza di 81.400 euro.