Leon Haslam
Leon Haslam (Getty Images)

Leon Haslam nel 2020 non sarà più il compagno di Jonathan Rea nel Kawasaki Racing Team. Ormai da settimane circolava questa notizia e oggi è stato diramato un comunicato ufficiale.

Il 36enne pilota britannico a breve dovrà decidere cosa il prossimo anno. Non gli dispiacerebbe rimanere nel campionato mondiale Superbike, dove però le opzioni sono poche. Si era parlato del team Puccetti, che gli permetterebbe di continuare a correre su una Kawasaki, ma l’operazione sembra complicata per ragioni economiche. Un’altra ipotesi è il ritorno nel British Superbike Championship, dove ha vinto il titolo nel 2018.

Superbike, Kawasaki scarica Haslam: arriva Lowes

Haslam è tornato nel campionato mondiale Superbike nel 2019 dopo le buone stagioni trascorse nel BSB. Sei i podi conquistati, più altri dodici piazzamenti in top 5. Kawasaki per il 2020 ha deciso di non confermarlo, al suo posto arriverà Alex Lowes. Quest’ultimo è stato scaricato dalla Yamaha e affiancherà Rea.

A breve Kawasaki dovrebbe comunicare in via ufficiale anche l’ingaggio di Lowes, pilota che nel 2019 è migliorato e che può tornare molto utile pure alla 8 Ore di Suzuka. L’approdo nel KRT rappresenta una grande opportunità per lui e dovrà sfruttarla, dimostrandosi più vicino a Rea di quanto lo sia stato Haslam.

Guim Roda, team manager KRT, ha dichiarato: «Spero che Leon possa rimanere nella famiglia Kawasaki nel 2020 e utilizzare la sua esperienza sul moto Ninja di fabbrica per ottenere ancora più successi e competere di nuovo alla 8 Ore di Suzuka. Tutti in KRT gli augurano un buon futuro».

Sarà interessante vedere se Pocket Rocket riuscirà a trovare una nuova sella nel campionato WorldSBK oppure se sarà costretto a fare ritorno nel BSB. Nonostante l’età avanzata, sembra avere ancora la velocità per fare dei buoni risultati.