Roberta Ragusa, Antonio Logli non si arrende: “Sono innocente”

0
121
Antonio Logli e Roberta Ragusa
Antonio Logli e Roberta Ragusa (foto dal web) 

Antonio Logli, condannato per l’omicidio di Roberta Ragusa, continua a proclamarsi innocente e lo dichiara in una lettera a ‘Quarto Grado’

Continua a far discutere il caso di Roberta Ragusa, sparita ormai sette anni fa. Il corpo della donna e l’arma del delitto non sono mai stati trovati, ma è stato condannato a vent’anni di carcere il marito, Antonio Logli. L’uomo, tuttavia, continua a proclamarsi innocente e indirizza una missiva al programma tv ‘Quarto Grado’.
“Vi ringrazio per dare voce alle mie parole, la condanna ingiusta ha generato in me una rabbia profonda – ha spiegato l’uomo – Ero già stato condannato prima dei processi. I giornali e le tv hanno diffuso notizie false su di me. Non dimenticate che io sono un padre, che vuole bene alla madre dei suoi figli e la difenderebbe a costo della sua vita. Non dimenticate che ci sono due testimoni mai ascoltati (Filippo Campisi e Cinzia Palagi, ndr) che mi scagionerebbero. Vivo questa terribile esperienza a testa alta, continuerò a lottare per dimostrare la mia innocenza”.