Ferrari (©Getty Images)

F1 | Ferrari in pista al Montmelo prima di partire per il Giappone

Alla vigilia del GP nipponico anziché volare direttamente dalla Svizzera a Suzuka Sebastian Vettel ha fatto una deviazione per il Circuit de Catalunya.

Assieme al pilota della Red Bull Alexander Albon, il tedesco della Ferrari ha partecipato ad una sessione di test organizzata dalla Pirelli per provare e sviluppare le gomme in utilizzo nel 2020.

In particolare i due driver di F1 si sono concentrati sulle coperture da asciutto. In accordo con il fornitore unico delle “scarpe” della massima serie a ruote scoperte, le scuderie hanno accettato di fornire una loro monoposto assieme ad uno dei titolari.

Tra l’inverno e le prime gare del 2019, la Casa milanese si era infatti molto lamentata dell’atteggiamento poco collaborativo delle squadre che, per questi test anziché affidarsi al giudizio di chi in effetti corre nel Circus e possiede una certa esperienza, chiamava o membri dei vari junior team o comunque ragazzini delle categorie minori.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La prova ha avuto svolgimento nella giornata di lunedì e ha visto Seb completare al volante della SF90 con cui sta disputando il mondiale, ben 145 giri per un totale di 674 km, ovvero due GP di Spagna.

Per quanto concerne l’anglo-tailandese, alla guida della RB15 ha percorso 115 tornate.

La prossima sessione in programma avrà come protagonista la Mercedes che, dovrebbe schierare Esteban Ocon, oggi riserva per Stoccarda, ma dall’anno venturo ufficiale Renault e dunque completamente svincolato dal marchio che lo ha lanciato prima nel DTM e poi in Formula 1.

In ogni caso, per evitare di favorire qualcuno, la Pirelli farà provare le slick che verranno introdotte nella stagione 2020 a tutte le equipe dello schieramento in occasione del primo turno di prove libere del GP del Texas, in scena ad Austin il prossimo 1 novembre.

Chiara Rainis