Aifa: l’elenco dei nuovi farmaci sottoposti a restrizioni

farmaci restrizioni
Fonte Foto Pixabay

L’Aifa sottopone a restrizioni alcuni farmaci per il reflusso gastroesofageo: vediamo quali sono e perché questa decisione.

L’Aifa, l’Agenzia Italiana per il farmaco, ha vietato temporaneamente l’esportazione di farmaci per il reflusso gastroesofageo e per trattare l’ulcera gastrica duodenale contenenti famotidina. Il provvedimento ha effetto immediato.

L’agenzia per il farmaco italiano ha dunque aggiornato la lista dei farmaci con limitazioni sulla vendita internazionale, per poter tutelare i diritti dei pazienti presenti sul territorio italiano.

La famotidina è una sostanza antagonista dei recettori H2 dell’istamina. Grazie all’azione della famotidina su questi recettori H2 presenti nello stomaco, la produzione di acido gastrico risulta sostanzialmente ridotta.

Farmaci sottoposti a restrizioni dall’Agenzia Italiana del Farmaco: l’elenco

I farmaci per combattere il reflusso gastroesofageo e trattare l’ulcera gastrica duodenale inibiti all’esportazione fuori dall’Italia sono Sinemet da 250 mg + 25 mg compresse, 50 compresse divisibili; Sinemet da 100 mg + 25 mg compresse, 50 compresse divisibili; Sinemet da 200 mg + 50 mg compresse a rilascio modificato, 30 compresse; Sinemet da 100 mg + 25 mg compresse a rilascio modificato, 50 compresse; Questran 4 g polvere per sospensione orale, 12 bustine e infine Famotidina EG 40 mg compresse rivestite con film, 10 compresse in blister.

Pochi giorni fa l’Aifa ha sottoposto a sequestro preventivo diversi farmaci per curare il reflusso gastroesofageo contenenti ranitidina, che agisce come spiegato su per la famotidina. I prodotti in questione potrebbero contenere ranitidina contaminata da NDMA, un probabile cancerogeno per l’uomo.

I farmaci, contenenti ranitidina, ritirati dall’Aifa sono: Ranitidina Pensa, Ranitidina Zentiva, Raniben compresse, Ranibloc e Ranidil nei formati fiale, sciroppo, compresse e compresse effervescenti. Anche lo Zantac, negli stessi formati del Radil, è stato interdetto alla distrubuzione. Lo stesso destino hanno subito Ulcex a compresse e alcuni lotti del Buscopan Antiacido che potete trovare elencati a questo link: https://www.aifa.gov.it/revisione-ranitidina.

Potrebbe interessarti anche: Ragazzini scomparsi 27 anni fa: arriva la svolta grazie a delle merendine

Teresa Franco