La promessa di Jack Miller: “Non accadrà mai più”

0
298
Jack Miller nel paddock del Gran Premio d'Austria di MotoGP al Red Bull Ring (Foto Sebastian Marko/Red Bull)
Jack Miller nel paddock del Gran Premio d’Austria di MotoGP al Red Bull Ring (Foto Sebastian Marko/Red Bull)

La promessa di Jack Miller: “Non accadrà mai più”

Gara da dimenticare per Jack Miller al Buriram in Thailandia che, piazzatosi sesto in griglia di partenza, si è visto costretto a partire dalla pit lane per aver commesso un errore con i pulsanti della sua Ducati Desmosedici GP19.

Jack Miller ha accidentalmente attivato il pulsante di arresto di emergenza della sua Desmosedici e ha dovuto partire dalla pit-lane. Un vero peccato per il pilota australiano che avrebbe potuto compiere una buona gara in lotta per le prime posizioni: “Ho spento la bici e quando ho premuto il pulsante, ho subito pensato: ‘Fanculo, no!’, Ero assolutamente sicuro di quale pulsante avessi premuto. Ho fatto tutto un po’ troppo in fretta, ho attivato il controllo di avvio e premuto il pulsante sbagliato, è stato abbastanza facile commettere quell’errore e l’ho fatto”, afferma il pilota del team Pramac. “Una cosa del genere spara molta adrenalina attraverso il corpo”.

Jack Miller ha chiarito che non aveva mai commesso quell’errore prima e che “non accadrà mai più. Ho iniziato ed ero impaziente. Ma quando ho lasciato la corsia dei box l’avevo già dimenticato. Ho dato tutto e ho spinto dall’inizio alla fine il più forte possibile. Volevo raggiungere quante più posizioni possibili. Il 14esimo posto era il massimo possibile”.

Miller è convinto che avrebbe finito dietro la top 3 e Dovizioso. Quindi il pilota Pramac sarebbe stato il miglior pilota Ducati. Ma durante la gara, Miller ha dovuto affrontare un altro problema. Non poteva usare tutta la potenza del motore. “Sono dovuto passare subito alla mappatura economica – ha concluso il pilota australiano -, lottando contro il vento tutto il tempo e non avendo mai uno slipstream”.