Terremoto istanbul
(foto dal web)

Questa mattina, lunedì 7 ottobre, in Calabria nella zona della Sila, a Lamezia Terme e a Cosenza, sono state registrate due scosse di terremoto: la prima alle 8:11 di magnitudo 4.0 e la seconda sette minuti dopo meno intensa.

Paura durante le prime ore del mattino in Calabria, precisamente nella zona della Sila, a Lamezia Terme e a Cosenza, dove sono state registrate due scosse di terremoto. La prima alle 8:11 di magnitudo 4.0 ha avuto epicentro a 27 chilometri di profondità e 2 chilometri a nordovest di Caraffa, un comune a pochi chilometri dal capoluogo calabrese. La seconda, sette minuti dopo, di magnitudo 2.0 ad un chilometro da Caraffa, ed a 21 di profondità. Fortunatamente, al momento, non risultano danni né feriti, ma gli studenti di tutte le scuole delle zone in cui si sono verificati i due fenomeni sismici sono stati fatti evacuare.

Calabria, terremoto durante le prime ore del mattino: paura tra i cittadini

Le due scosse di terremoto registratesi questa mattina sono state avvertite in maniera nitida in tutta la provincia di Catanzaro ed in quella di Cosenza: l’epicentro era, infatti, a soli 11 chilometri dal capoluogo calabrese nei pressi di Caraffa, un piccolo comune di 1.800 anime. Le due scosse, sia quella delle 8:11 che la successiva di sette minuti dopo, sono state avvertite oltre che a Catanzaro anche a Lamezia Terme, sulla costa tirrenica, ed in alcuni comuni che si affacciano sullo Ionio.

Momenti di tensione fra gli abitanti della zona che, presi dal panico, si sono riversati in strada temendo per la propria vita. Gli edifici scolastici sono stati fatti evacuare dai dirigenti, a titolo precauzionale, e gli studenti già in aula per l’inizio delle lezioni, fatti scendere in strada e radunati nelle piazze. Innumerevoli le chiamate ai Vigili del Fuoco da parte dei cittadini che in molti casi cercavano soltanto rassicurazioni. Fermo anche il traffico ferroviario, sospeso in via precauzionale al fine di consentire agli addetti ai lavori il verificarsi di eventuali anomalie o danni alle infrastrutture. Le linee coinvolte, riporta Il Quotidiano, sarebbero quelle del tronco Lamezia Terme Centrale – Catanzaro Lido dove la circolazione è stata sospesa su tutta la tratta; Crotone – Roccella interrotta nel tratto Simeri – Soverato;  e quella Paola – Rosarno fra Nocera e Vibo Valentia.

Leggi anche —> Morte Lady Diana, clamorosa svolta: dopo più di 20 anni il responsabile confessa