Bambina di 6 anni ricoverata dopo un viaggio: i genitori pensavano si trattasse di influenza

0
156
meningite
Ospedale (Getty Images)

Una bambina di 6 anni è stata ricoverata all’ospedale di Perugia dopo che i medici hanno appurato che era affetta da malaria: le condizioni al momento sono stabili. La piccola avrebbe contratto la malattia durante un viaggio fatto in Africa insieme ai genitori.

È successo a Città di Castello, Perugia: una bambina di 6 anni è stata ricoverata presso il reparto di Pediatria dell’ospedale del capoluogo umbro dopo che i medici l’hanno trovata positiva alla malaria. I genitori della piccola, in un primo momento avevano pensato ad un’influenza stagionale, ma non vedendo la figlia rispondere alla terapia antibiotica si sarebbero allarmati. Portata immediatamente al pronto soccorso ed eseguiti approfonditi test l’amara scoperta. La bambina al momento è ancora ricoverata, ma le sue condizioni sarebbero stabili.

Perugia, bambina di 6 anni ricoverata per malaria: le sue condizioni sarebbero stabili

Credevano fossero i sintomi di una banale influenza di stagione, quelli manifestatisi nella figlia di soli sei anni al rientro da un viaggio in Costa d’Avorio, Africa. Febbre alta e malessere diffuso avevano fatto pensare ad una coppia di genitori, riporta la redazione di Fanpage, che una cura antibiotica avrebbe potuto rimettere in sesto la figlia, invece non è andata così. Riscontrata l’inefficacia della terapia, la madre ed il padre della bambina si sono allarmati e durante la giornata di ieri, domenica 6 ottobre, hanno deciso di correre in ospedale, portando la piccola al Pronto Soccorso. I medici, effettuata una prima anamnesi, apprendendo del viaggio nello stato africano, hanno effettuato test più approfonditi trovando la bambina positiva alla malaria. Trasportata d’urgenza presso il reparto di Pediatria dell’ospedale di Perugia la piccola al momento è ancora ricoverata, ma le sue condizioni sarebbero stabili.

La malaria, riporta Fanpage, è una malattia non trasmissibile da uomo e uomo ed il contagio il più delle volte avviene a seguito di una puntura di zanzara che vive e prolifera in determinati paesi. I sintomi iniziano a manifestarsi dopo 7/15 giorni dal contagio e per lo più si concretano in febbre alta, malessere diffuso vomito, diarrea, proprio come una banale influenza.  Sul caso della piccola di 6 anni si è espresso, come riportato da Fanpage, il responsabile del centro di Medicina del Viaggiatore e Profilassi Internazionale della Usl Umbria 1 Massimo Gigli il quale ha ricordato agli avventori che decidano di recarsi in vacanza in Paesi dell’Africa Subsahariana di vaccinarsi prima di partire.

Leggi anche —> Tragedia in una scuola: ragazza muore davanti ai compagni di classe