Andrea Iannone

MotoGP Thai, Andrea Iannone deluso: “Non posso essere contento”

Aprilia soddisfatta a metà al termine delle qualifiche in Thailandia. Aleix Espargarò partirà 12esimo dopo aver conquistato l’accesso diretto alla Q2, non riuscendo però a migliorare le prestazioni di venerdì. Su un circuito molto temuto la RS-GP ha fatto un netto passo in avanti rispetto allo scorso anno e le buone sensazioni avute sin dal venerdì lasciano Aleix fiducioso per la gara di domani.

“In qualifica potevo puntare alla top-10, il ritmo e il feeling durante le altre sessioni sono stati buoni – ha dichiarato il pilota spagnolo dell’Aprilia -. Purtroppo con la prima gomma non ho avuto buone sensazioni, scivolava tanto, e con la seconda forse mi sono fatto prendere troppo dalla foga. Ho forzato molto per tutto il giro e alla fine non ha pagato sul cronometro. Mi aspetto una gara molto dura, con queste temperature bisognerà gestire bene l’usura delle gomme. Sono pronto a lottare, a inizio weekend avrei firmato per avere questo feeling su una pista tra le più difficili per noi”.

Andrea Iannone non ha guadagnato l’accesso alla Q2 e partirà 16esimo, dopo aver segnato 1’31″428, sfiorando il passaggio alla seconda manche di qualifiche per soli 4 decimi. “Abbiamo un buon potenziale nel tratto guidato, mi sono ritrovato in scia ad altri piloti e riusciamo a tenere il passo – ha riassunto il pilota di Vasto -. Ma non posso essere contento perché perdiamo ancora molto nei primi due settori, un handicap che mi impedisce di migliorare. Sto dando tutto, sono a disposizione della squadra e la squadra è completamente a mia disposizione, abbiamo migliorato la moto da inizio stagione e ora si avverte, ma non sono cose che si risolvono da un giorno all’altro. Non sarà una gara in discesa – ha concluso Andrea Iannone – ma metteremo in pista il massimo impegno”.