Daniel Ricciardo (©Getty Images)

F1 | Ricciardo polemico con Liberty Media: “Non considera i piloti”

Sempre sorridente e accomodante Daniel Ricciardo si è mostrato tutto il contrario quando si è trovato a commentare l’ultima proposta lanciata da Liberty Media.

Per movimentare un po’ il weekend di gara l’ente proprietario della F1 avrebbe pensato di convertire le qualifiche del sabato in una corsa da 100 km utile per definire lo schieramento di partenza del vero GP domenicale.Trattandosi di una novità rivoluzionaria, il gruppo americano poi avrebbe avanzato l’idea di fare un paio di prove il prossimo anno in vista della potenziale introduzione definita nel 2021.

Un pensiero che non è nulla andato giù all’australiano della Renault.

Come piloti ci sentiamo molto frustrati perché veniamo informati dai media, e ci chiediamo come mai nessuno venga mai ad interpellarci“, la denuncia del driver di Perth riportata da F1i.com.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per questo stiamo cercando di comportarci come una squadra. Noi vogliamo essere ascoltati e coinvolti nelle discussioni non subire le decisioni. In fin dei conti siamo noi a guidare e a rappresentare il cuore dello spettacolo“, l’affondo del 30enne.

A questo proposito l’ex Red Bull si è detto dubbioso sulla validità della scelta di formato. “Considerato che fra due anni cambierà tutto tecnicamente, non vedo la ragione per intervenire da subito sullo svolgimento dei fine settimana“.

L’opzione della gara di qualifica mi sembra una soluzione disperata, e non mi pare che come sport siamo a quel livello“, ha cercato di difendere lo show offerto dal Circus nel suo svolgimento attuale.

Avere poi una griglia invertita potrebbe alla manipolazione del risultato andando a togliere valore alla F1“, ha in seguito evidenziato. “Per quanto mi riguarda quindi, preferirei mantenere il format che abbiamo“, ha concluso manifestando un pensiero condiviso anche da altri colleghi.

Chiara Rainis