Giovanni Ciacci all’attacco: “Sono innocente e lo dimostrerò!”

0
54
Giovanni Ciacci
Giovanni Ciacci (foto dal web) 

Giovanni Ciacci, popolare volto di Detto Fatto in causa con la Rai, si dice innocente in un’intervista ed è pronto a dimostrarlo

Fa discutere la vicenda di Giovanni Ciacci, ex conduttore e stylyst del programma ‘Detto Fatto’ sulla Rai. Ciacci è stato citato in causa dalla rete pubblica, la vertenza in tribunale riguarda un abito di cui, alcuni anni fa, si sarebbe appropriato indebitamente. L’abito, un vestito di pizzo rosso, era stato cucito dalla sartoria della Rai per uno spettacolo di Mariangela Melato a Napoli. Un modello poi chiesto in prestito da Gattinoni per una mostra sugli abiti delle dive della tv ma che non avrebbe recato la bolla d’accompagnamento e che per questo costa a Ciacci (all’epoca costumista) un’accusa di ricettazione. Una vicenda resa nota alle cronache da Carlo Freccero, ma, in un’intervista a ‘Oggi’, Ciacci respinge tutte le accuse proclamandosi innocente e pronto a dimostrarlo. “Sono disposto ad assumermi le mie colpe per non aver chiesto la bolla di accompagnamento alla Rai – ha spiegato – Ma accusarmi di ricettazione è folle. Avevo chiesto il permesso alla Rai per portare quel vestito a Gattinoni, mi fu consegnato in presenza della Melato e del suo autista e lo portammo insieme a Roma per la mostra. Non ho mai badato alla bolla, io facevo il costumista e quello non era il mio lavoro. Qualcuno deve avermelo pur dato, quel vestito, non avevo accesso alle pertinenze Rai. Finita la mostra l’abito venne mandato in custodia a mia sorella, che è in società con me. So che alla fine riuscirò a dimostrare la mia innocenza”.