Mortadella Bologna Igp
La mortadella Bologna Igp oggetto del ritiro (foto dal web)

La Conad ha disposto in via precauzionale il ritiro di un lotto di mortadella Bologna Igp per la possibile presenza di microrganismi potenzialmente patogeni. L’avviso è stato pubblicato sul sito della catena di supermercati all’interno della sezione dedicata ai richiami.

La catena di supermercati Conad ha pubblicato un nuovo avviso sul proprio sito nella sezione dedicata al richiamo dei prodotti alimentari. L’avviso ha reso noto il ritiro dagli scaffali di un lotto di mortadella confezionata per possibile rischio microbiologico. L’azienda ha spiegato, nello specifico, che a seguito di alcuni test effettuati dal produttore è stata riscontrata all’interno del lotto in questione la presenza di microrganismi potenzialmente patogeni e per tali ragioni è stato immediatamente disposto il richiamo. La Conad ha esortato i clienti che avessero già acquistato il prodotto a non consumarlo e riportarlo presso qualsiasi punto vendita per il rimborso o la sostituzione.

Leggi anche —> Ritirati dal Ministero della Salute un lotto di cozze ed uno di tonno

Ritirato lotto di mortadella Bologna Igp: possibile presenza di microrganismi potenzialmente patogeni

Nella sezione dedicata al Richiamo dei prodotti alimentari del sito della Conad è apparso un nuovo avviso. La nota catena di supermercati ha comunicato il richiamo dagli scaffali di un lotto di mortadella Bologna Igp venduta in confezioni da 100 grammi per rischio microbiologico. Nello specifico il ritiro riguarda il lotto numero 26937039 codice EAN 8003170017634 con marchio Freschi & Convenienti e data di scadenza fissata al 1 novembre 2019. La mortadella in questione è prodotta per Conad dalla ditta Grandi Salumifici Italiani S.p.A. nello stabilimento Via Gandiolo a Noceto, comune in provincia di Parma. Il ritiro è stato disposto in via precauzionale dalla catena poiché all’interno del prodotto è stata riscontrata la presenza di microrganismi potenzialmente patogeni dopo alcuni test effettuati dal produttore. La Conad all’interno dell’avviso, scusandosi per il disagio, ha esortato i propri clienti che avessero già acquistato l’alimento appartenente al lotto in questione a riportarlo presso qualsiasi punto vendita Conad che provvederà alla sostituzione o ad effettuare un rimborso.

Leggi anche —> Lutto per l’allenatore Carlo Ancelotti: “È morto in un tragico incidente”