Claudio Marchisio si ritira: l’addio al calcio a soli 33 anni

Claudio Marchisio addio al calcio: si ritira a soli 33 anni

Una vita in bianco e nero: Claudio Marchisio ha dedicato tutto se stesso alla Juventus da quando era soltanto un bambino e inseguiva il mito di Alessandro Del Piero. Ha realizzato tutti i suoi sogni, arrivando a giocare al suo fianco e indossando anche la maglia della nazionale, quella dell’Empoli e dello Zenit, ma restando sempre e comunque legato al suo primo grande amore, ai suoi valori. Da piccolo quale era è diventato un grande, ha dimostrato che il talento è importante ma che la passione può portarti in capo al mondo, ma che il cuore può scegliere di farti restare esattamente dove hai sempre sognato rimanere.

Ha dimostrato di essere uno dei migliori giocatori italiani, e con addosso i colori a cui ha dedicato tutta la sua vita ha sempre giocato con amore e con passione, con voglia di fare e di diventare un grande. Adesso però si spengono le luci, cala il sipario e quel sogno rimane fermo dietro le tende di uno spettacolo che rimarrà per sempre nel suo cuore. Uno spettacolo che lo ha segnato, che lo ha cambiato, che gli ha permesso di rimanere nella storia, in quella stessa storia che leggeva da bambino con occhi sognanti e il forte desiderio di poterne fare parte. Quella stessa storia che ha avuto la fortuna di cui scrivere il continuo negli vent’anni.

Domani Claudio tornerà allo Stadium per un annuncio importante: dopo oltre vent’anni spesi ad inseguire il sogno di un campione, domani tornerà a casa sua per comunicare nella conferenza stampa indetta alle 15 che la sua carriera termina qui a causa dei suoi continui infortuni che gli impedivano di giocare. Una drastica decisione del Principino centrocampista che è rimasto al fianco della sua Vecchia Signora fin da quando era soltanto un ragazzino.