Tumore, le donne in Italia non hanno quasi mai sostegno al lavoro

0
77
tumore donne
Il tumore nelle donne, i problemi sono anche di tipo sociale ed economico – FOTO © Getty Images

La condizione di soggetti femminili affetti da tumore, le donne in Italia quasi mai ricevono l’adeguato sostengo dal proprio datore di lavoro e non solo.

La società farmaceutica Merck ha pubblicato uno studio in materia di tumore, assieme alla ‘Union for International Cancer Control’ (Uicc). Il rapporto ‘Supporting women with cancer’ relativo alla diffusione e presenza di tale malattia sotto tutte le sue forme nella popolazione femminile indica che le donne italiane sono tra le più attente al badare a sintomi e segni del male. Questo anche prima della effettiva eventuale conferma del tumore. Per il 51% la presenza di alcuni segnali viene ritenuta anomala e vista come un campanello d’allarme. Una media superiore a 23 altri Paesi, nei quali la prevenzione non è altrettanto considerata, evidentemente. Questo studio ha posto ad osservazioni 4585 donne provenienti da qualunque parte del mondo. Emerge poi un altro dato, davvero preoccupante. Solamente una donna su cinque malate di tumore ritiene di avere avuto un supporto adeguato.

LEGGI ANCHE –> Malattie cane uomo: lecca il suo padrone, lui perde tutti gli arti – FOTO

Tumore, la situazione in Italia e nel mondo: scarso supporto dai datori di lavoro

Supporto che va dalla gestione della famiglia a quella del proprio posto di lavoro. Per quest’ultima voce, il 34% ha confermato che il proprio datore di lavoro non ha offerto alcun sostegno. Poi viene fuori anche che il 47% non si è mai sottoposto ad alcuno screening. In Italia poi, se la previdenza ai tumori prettamente femminili mostra un livello soddisfacente, non altrettanto avviene per altre tipologie, soprattutto dei polmoni e del colon. Poi ci sono comunque numeri altrettanto allarmanti per quanto riguarda il nostro Paese. L’85% dei soggetti femminili intervistati ha detto di non avere avuto supporto a sufficienza per gestire le responsabilità familiari. Lo stesso vale per l’81% sul posto di lavoro. Infine, sui mancati screening e controlli, pesano anche i possibili esborsi e la paura della diagnosi.

LEGGI ANCHE –> Tumori al pancreas, sintomi e cosa fare per ridurre i rischi