Steiner insulta i commissari a Sochi: la Federazione apre un’indagine

Gunther Steiner (©Getty Images)

F1 | Steiner insulta i commissari: la Federazione apre un’indagine

Gunther Steiner potrebbe ricevere una punizione esemplare per aver apostrofato in modo colorito la direzione gara al termine del GP di Sochi. La ragione dell’alterazione del manager della Haas starebbe tutta nei 5″ di penalità inflitti a Kevin Magnussen per aver tagliato la curva 2 quando era impegnato nel duello per l’ottava piazza con la Racing Point di Sergio Perez.

A caldo lo stesso pilota danese aveva definito la penalizzazione subita come una st*****a, mentre il dirigente meranese interrogato sul fatto aveva dato degli “stupidi idioti” agli steward.

Ora, secondo quanto riportato da Motorsport.com la FIA avrebbe manifestato l’intenzione di indagare proprio sul pungente commento pronunciato dal responsabile del team americano, poiché potrebbe essere andate oltre il consentito dal regolamento.

Il codice sportivo internazionale prevede infatti un indice di buona condotta che include l’utilizzo di parole che “causano danni alla reputazione della Federazione, dei suoi organi, dei suoi membri o della sua gestione“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

In effetti i federali hanno già avvertito il 53enne che la questione sarà discussa con tutte le parti in causa in occasione del prossimo appuntamento della F1 in programma fra due settimane in Giappone.

“Ho sentito che ci sono state delle dichiarazioni fatte alla radio, ma non avendole ascoltate direttamente, non mi sento di dare un giudizio”, ha tagliato corto il direttore di corsa Michael Masi stuzzicato sull’argomento. “In ogni caso siamo tutti qui per fare un lavoro. Noi, i funzionari, le squadre, tutti. Ci deve essere un livello di rispetto reciproco“.

Se qualcosa che è stato detto è inappropriato, c’è chi si occuperà degli elementi giudiziari al di là dell’evento“, ha poi promesso ipotizzando l’inizio di un possibile procedimento a carico di Steiner, spesso al centro dell’attenzione nelle ultime stagioni per le intemperanze in pista dei suoi due driver.

Chiara Rainis