Salvini contro il tortellino dell’accoglienza: “Vogliono cancellare la nostra storia” – VIDEO

Il leader della Lega Matteo Salvini ha manifestato il proprio dissenso contro la decisione del vescovo di Bologna di lanciare il ‘tortellino dell’accoglienza’.

L’ex vice premier Matteo Salvini si è scagliato contro la decisione del vescovo di Bologna, Matteo Zuppi, che in occasione della festa patronale di San Petronio ha lanciato l’iniziativa del ‘tortellino dell’accoglienza’, ovvero di sostituire la mortadella della famosa pasta ripiena con il pollo per chi non mangia la carne di maiale.

Matteo Salvini contro i tortellini dell’accoglienza: “È come dire il vino rosso in Umbria senza uva per rispetto”

La decisione del vescovo di Bologna, Matteo Zuppi, di lanciare in occasione della festa di San Petronio, patrono della città, il ‘tortellino dell’accoglienza‘ non è stata apprezzata dal leader della Lega Matteo Salvini. Nello specifico, il vescovo ha deciso di far preparare la famosa pasta ripiena emiliana con il pollo, invece, della tradizionale mortadella per tendere la mano agli immigrati islamici che non mangiano carne di maiale. Il presidente dell’Associazione Sfogline, Paola Lazzari Pallotti aveva spiegato in merito: “In questa variante – riporta Il Messaggerolo possono mangiare tutti, sia chi non mangia il maiale per motivi religiosi ma anche la persona più anziana che preferisce stare leggera“. Questa iniziativa non è piaciuta a Matteo Salvini che durante un comizio ad Attigliano, in provincia di Terni ha affermato: “Per il rispetto, il vescovo di Bologna, manco un passante, ha lanciato i tortellini senza carne di maiale. È come dire il vino rosso in Umbria senza uva per rispetto. Vi rendete conto che stanno cercando di cancellare la nostra storia, la nostra cultura?“. A manifestare il proprio dissenso contro l’iniziativa anche la senatrice della Lega Lucia Borgonzoni: “Snaturano anche i tortellini, pur di ammiccare all’Islam, che vergogna- riporta Il Messaggero. Questa per certi è integrazione, per me è un’offesa alle nostre tradizioni che nulla ha a che fare con l’integrazione. Bastava fare i tortelloni se volevano essere più Islam friendly, ma poi non avrebbero avuto un po’ di polemica da esibire e non avrebbero offeso la cultura di un’intera città“.

Leggi anche —> Facebook si omologa ad Instagram: eliminare la frustrazione degli utenti – VIDEO