ragazza uccisa dall'uomo che le ha prestato soccorso

Ragazza di 19 anni buca una gomma, chiede aiuto ad un uomo che l’ha uccisa dopo averla condotta in un garage: ecco cos’è successo.

Mariana Bazza, una bellissima ragazza di 19 anni, è stata barbaramente uccisa in Brasile dall’uomo che le aveva prestato soccorso. La ragazza, dopo essersi accorta di avere una gomma bucata, si è fermata chiedendo di essere aiutata all’uomo che, casualmente, si trovava nella zona. Una richiesta di aiuto che si è trasformata in una tragedia per la follia omicida del soccorritore.

Ragazza 19enne uccisa dall’uomo che le ha prestato soccorso: era uscito dal carcere da un mese

Mariana Bazza, dopo essere uscita dalla palestra, si era accorta di avere una gomma bucata. Come scrive il Daily Mail, non sapendo come fare, ha chiesto aiuto ad un uomo che l’ha barbaremente uccisa. La studentessa, infatti, è stata ritrovata senza vita e imbavagliata. Le indagini hanno portato all’arresto di Alves Pereira, un uomo di 37 anni con precedenti per “rapina, tentato omicidio, estorsione e stupro”, incastrato dalle telecamere di sorveglianza della palestra dove la ragazza è stata vista per l’ultima volta.

L’uomo, dopo aver risposto alla richiesta di aiuto di Mariana, con la scusa di andare a prendere gli strumenti necessari per sostituire la gomma, ha portato la ragazza in un garage dove l’ha uccisa. La giovane, però, è riuscita a scattargli una foto e ad inviarla al fidanzato. Secondo gli inquirenti, probabilmente, l’uomo aveva seguito Mariana in palestra e aveva volontoriamente bucato la gomma della ragazza per poterle prestare soccorso.

Interrogato dagli inquirenti, l’uomo ha confessato l’omicidio, ma cambiando più volte versione. Sul caso, le autorità investigative brasiliane stanno svolgendo tutte le indagini necessarie per capire cosa sia accaduto davvero. Inoltre, il corpo di Mariana è stato sottoposto all’esame autoptico, necessario per capire se la ragazza sia stata violentata prima di essere uccisa.