malattie cane uomo
Malattie cane uomo: lecca il suo padrone, lui perde tutti gli arti – FOTO

Un episodio apparentemente riconducibile al rischio di malattie cane uomo è accaduto ad un individuo: il tutto dopo che il suo animale lo ha affettuosamente leccato.

L’amore per gli animali è un qualcosa che il povero Greg Manteufel ha pagato a carissimo prezzo. Sottovalutando il pericolo di malattie cane uomo, questo 49enne originario del Wisconsin, negli Stati Uniti, è finito con il contrarre un batterio letale. Si tratta del capnocytophaga, comunemente presente nella saliva dei cani e dei gatti e che nella maggior parte dei casi risulta innocuo per gli individui. Questo virus attecchisce solamente nelle situazioni in cui un sistema immunitario indebolito o non particolarmente efficiente non riesca a debellarlo. Ed è proprio quel che è capitato a Greg, il quale è anche quasi morto. Tutto è sorto dopo che il suo cane lo aveva affettuosamente leccato, come capita tante volte tutti i giorni tra una persona ed il suo fidato amico a quattro zampe. Eppure risulta che l’uomo fosse in piena salute.

LEGGI ANCHE –> Tumore al pancreas, sintomi e cosa fare per ridurre i rischi

Malattie cane uomo, perde gli arti ma per un altro motivo

Poi però, all’improvviso nel corso dell’estate, ha accusato sintomi quali febbre persistente, diarrea e vomito. Dopo alcuni giorni la cosa non poteva chiaramente essere attribuibile ad una banale influenza. Una volta portato in ospedale per delle analisi, gli è stata riscontrata una infezione seria che già aveva compromesso delle parti importanti del corpo. Si è proceduto con l’amputazione di parte delle braccia e delle gambe, oltre che di parte del labbro superiore e della pelle del naso. Adesso Greg sta attraversando una lunga fase di riabilitazione, in cui si sta abituando ad utilizzare delle protesi. Dovrà ancora sottoporsi ad altri delicati interventi chirurgici. Ma il suo cane è ancora lì al suo fianco, e lui non lo ha mai incolpato di nulla. Alla fine anzi i dottori hanno riscontrato che questo quadro clinico compromesso sarebbe da attribuire ad una rara anomalia genetica che ha reso il suo organismo proprio al batterio capnocytophaga.

LEGGI ANCHE –> Raffaella Fico Balotelli: “Che umiliazione il test del Dna, ma ora siamo amici”