Lasciata la figlia in macchina per bere un drink: bimba morta ricoperta di ustioni

0
232
Bambino auto
(foto dal web)

Una donna ha lasciato la propria figlia in auto, con i riscaldamenti accesi, per andare a bere un drink con un’amica: tornata al veicolo dopo cinque ore ha rinvenuto la piccola con ustioni su tutto il corpo ed in pieno arresto cardiaco.

Una morte atroce quella della piccola June Love, 2 anni, che la madre aveva deciso di lasciare in auto per andare a bere un drink con un’amica in una sera di agosto. Sebbene la temperatura esterna, riportano i media locali e la redazione di Leggo, fosse di 21°C la donna ha deciso di coprire la bambina all’interno dell’abitacolo con una coperta e di accendere i riscaldamenti. Ritornata al veicolo dopo ben 5 ore ha trovato la piccola ricoperta di ustioni ed in arresto cardiaco: vani i tentativi di rianimarla ed il trasporto in ospedale.

Lascia la figlia di due anni in auto con i riscaldamenti accesi: voleva bere un drink con un’amica

La madre della piccola June aveva deciso di lasciare la figlioletta in auto con i riscaldamenti accesi ed una coperta indosso per poi tornare da lei dopo aver bevuto un drink con un’amica: purtroppo, però, l’attimo di svago della donna si è trasformato in cinque ore di assenza, durante le quali la piccola è morta di caldo. Benchè la temperatura esterna fosse molto bassa, circa 21°C riportano i media locali e la redazione di Leggo, all’interno dell’abitacolo il caldo era asfissiante considerati gli accorgimenti presi dalla donna. Tornata al veicolo la madre della bambina ha rinvenuto la piccola con ustioni al volto, alle braccia ed al torace, ricoperta del proprio vomito: in attesa dell’arrivo dei soccorsi ha provato a rianimare la figlioletta, di soli due anni, bagnandola con dell’acqua fresca per farla riprendere, ma i tentativi sono risultati vani, la piccola era ormai in arresto cardiaco. June è stata trasportata d’urgenza in Ospedale ma non vi è stato nulla da fare: i sanitari ne hanno constatato il decesso.

Come riportato dal Daily Mail e dalla redazione di Leggo la donna in passato era stata una tossicodipendente e madre di un altro bambino che però le venne tolto per essere messo in adozione. Il padre della piccola June era sotto choc per quanto accaduto.

Leggi anche —> Mette il cellulare in carica e va a letto: il tragico destino di una giovane ragazza