Toyota e Subaru: conferma ufficiale per lo sviluppo delle nuove 86 e BRZ

0
68
(websource)

Negli ultimi mesi, abbiamo sentito diversi rappresentanti di entrambe le aziende dire che ci sarebbe stato un sequel della 86 e della BRZ, e ora i marchi giapponesi hanno rilasciato un comunicato stampa che conferma ufficialmente una seconda generazione del duo di auto sportive.

Intitolato “Toyota e Subaru Agree on New Business and Capital Alliance“, il rapporto passa attraverso i dettagli della partnership, tra cui “lo sviluppo congiunto della prossima generazione di Toyota 86 e Subaru BRZ“.

L’accordo firmato di recente prevede anche la collaborazione per progettare nuovi modelli a trazione integrale e dare a Subaru il diritto di espandere l’uso della tecnologia ibrida di Toyota dopo averla utilizzata nel Crosstrek Hybrid. Inoltre, il tie-up si concentrerà sulla collaborazione nel campo della guida autonoma e delle auto collegate.

L’alleanza aggiornata tra le due case automobilistiche coinvolge anche legami di capitale in quanto le azioni Toyota in Subaru passeranno dall’attuale 16,83% ad un minimo del 20%. Secondo il comunicato stampa, percorrendo questa strada Subaru “diventerà una società affiliata di Toyota”. L’azienda dietro l’Impreza acquisterà azioni di Toyota per un valore fino a 80 miliardi di yen (741 milioni di dollari).

La società allargata segue un accordo simile annunciato a giugno sullo sviluppo congiunto di una nuova piattaforma dedicata ai veicoli elettrici a batteria. I due lavoreranno anche insieme su un nuovo EV puro utilizzando la tecnologia di elettrificazione di Toyota e il know-how a trazione integrale di Subaru che fungerà da spina dorsale dell’architettura sviluppata congiuntamente.

I dettagli sui prossimi 86 / BRZ non sono stati resi noti, ma un ingegnere capo Toyota ha recentemente affermato che la seconda generazione 86 sarà migliore da guidare rispetto alla Supra. Gli ultimi resoconti suggeriscono che le nuove auto sportive potrebbero passare dalla piattaforma Impreza all’architettura TNGA della Toyota, ma con il motore preso in prestito dalla Ascent.

Senza alcuno scatto spia di prototipi, è probabile che la Toyota 86 e la Subaru BRZ non passeranno presto alla prossima generazione.