Mercedes nel panico: “Questa Ferrari è perfetta”. Hamilton: “È grave”

0
1871
Mercedes contro Ferrari nelle qualifiche del Gran Premio di Russia 2019 di F1 (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)
Mercedes contro Ferrari nelle qualifiche del Gran Premio di Russia 2019 di F1 (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)

F1 | Mercedes nel panico: “Questa Ferrari è perfetta”. Hamilton: “È grave”

Avrà anche un vantaggio di ben 96 punti in classifica sulla prima delle Ferrari, ma ora Lewis Hamilton sembra realmente preoccupato da questa Rossa. Le qualifiche del Gran Premio di Russia hanno definitivamente sancito che, per la prima volta nell’epoca turbo-ibrida della Formula 1, la Mercedes non ha più chiaramente in mano il vantaggio tecnico sul resto del gruppo.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Lo dimostra plasticamente il fatto nemmeno un giro che lo stesso pilota, autore del maggior numero di pole position nella storia del Mondiale, ha definito quasi perfetto è bastato a fargli battere Charles Leclerc. Contro la superpotenza della SF90 e la sua velocità massima sui rettilinei di Sochi, che secondo Hamilton vale almeno otto decimi di vantaggio al giro, sembra esserci poco da fare.

“La sessione di qualifica è stata dura, questi ragazzo hanno una velocità pazzesca sui rettilinei”, ha ammesso il campione del mondo in carica. “Avete sempre parlato del nostro bottone magico, ma loro hanno qualcosa di meglio: sembrano dei jet. L’ultimo paio di giri che ho fatto valeva la pole, ho ottimizzato le prestazioni della vettura. Ma loro vanno naturalmente più forte di noi. E anche se fossimo stati in vantaggio o se avessimo ottenuto la pole, loro vanno così forte in rettilineo che alla prima curva ci avrebbero superato, con il loro carburante da jet o qualsiasi cosa sia”.

Per la Mercedes la Ferrari è inarrivabile

Ancora più intimorito dalla concorrenza del Cavallino rampante pare il suo team principal, Toto Wolff, che ha definito quello che la Ferrari ha sfoderato dall’ultimo Gran Premio di Singapore un pacchetto pressoché “perfetto”. “Dobbiamo riconoscere che c’è un certo distacco quasi incolmabile”, ha spiegato. “E dobbiamo capire cosa esattamente renda migliore la Ferrari. Solo a quel punto potremmo fare un passo avanti del genere, perché normalmente da un anno all’altro non si riesce nemmeno a migliorare dell’1%”.

Come a dire che al momento, dal punto di vista tecnico, gli ingegneri di Brackley sembrano brancolare nel buio.
Insomma, anche se i due titoli mondiali paiono blindati anche in questa stagione, dalle parti della Freccia d’argento non si dormono sonni tranquilli. “Decisamente non possiamo essere rilassati”, ha rincarato la dose Hamilton ai microfoni del quotidiano svizzero Blick. “La situazione per noi è grave e chiunque non si senta preoccupato non ha spazio in questo business. Il fatto che ora la lotta sia così serrata è positivo per questo sport, ma non per i nostri standard elevati”. Il guanto di sfida è lanciato.