Charles Leclerc rivela l’accordo: “Dovevo aiutare Vettel”

0
298
Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Getty Images)

F1 | Leclerc rivela l’accordo: “Dovevo aiutare Vettel”

Come successo a Singapore anche la Russia stava per trasformarsi in un caso di tensione fratricida in Casa Ferrari. Poi però il problema tecnico che ha messo fine con anticipo alla gara di Vettel, ha chiuso la vicenda seppur soltanto in pista.

Infatti, non appena sceso dalla macchina Charles Leclerc, terzo alla bandiera a scacchi mentre fino a sabato pomeriggio sembrava potesse dominare la gara, è stato subito investito da una serie di domande sul sorpasso subito dal compagno di squadra al primo giro.

Io mi sono limitato a rispettare quanto avevamo deciso e mi sono spostato sulla sinistra senza stare lì a combattere per dare strada a Sebastian. Ovviamente il mio compito era quello di avvantaggiare il mio team mate e non certo la Mercedes“, ha spiegato diplomatico il monegasco rivelando che l’obiettivo che il muretto puntava a centrare era la doppietta.

Purtroppo molto presto le gomme hanno cominciato a surriscaldarsi e dall’ingresso della Safety Car per me si è complicato tutto“, ha poi raccontato giustificando un piazzamento lontano dalle attese prima del semaforo.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Pizzicato poi sulla ritrosia di Seb a cedergli di nuovo la posizione nelle tornate appena successive allo start, il Piccolo Principe ha nicchiato: “In fin dei conti anche se ci fossimo immediatamente scambiati le posizioni sarebbe stato uguale perché la vettura di sicurezza ha rovinato i piani. Per il resto credo che le chiamate siano state fatte al momento giusto e pure la scelta delle gomme si è rivelata ottimale“.

Nonostante l’ennesimo “sgarbo” tra di loro, il 21enne ha assicurato di continuare ad avere un buon rapporto con il quattro volte iridato è intatta.  “Non è cambiato nulla per quanto mi riguarda. Dobbiamo continuare a fidarci l’uno dell’altro“.

Infine sulla prossima sfida prevista per il Giappone fra due settimane, Leclerc ha chiosato: “Mercedes e Red Bull saranno senz’altro forti lì. Personalmente ho dei bei ricordi avendoci vinto una volta“.

Leggi anche —> Retroscena: gli ordini Ferrari ignorati da Seb Vettel nei messaggi radio

Chiara Rainis