Binotto sul caso Sochi: “Tutto pianificato. Il ritiro di Vettel? Per sicurezza”

0
5082
Mattia Binotto (Getty Images)

F1 |Binotto sul caso Sochi: “Tutto pianificato. Il ritiro di Vettel? Per sicurezza”

Dal paddock russo Mattia Binotto ha voluto bloccare sul nascere le polemiche che facilmente avrebbero potuto innescarsi dopo i fatti delle tornate iniziali che hanno visto protagonisti Charles Leclerc, scattato dalla pole e Sebastian Vettel, terzo ma alla prima curva passato al comando.

Come già dichiarato dall’interessato nel corso della conferenza ufficiale, il boss Ferrari ha confermato come lo spostamento sulla sinistra del Piccolo Principe per far passare il tedesco fosse stata architettata nel briefing prima della gara.

Era importante restare davanti e come team volevamo essere primi e secondi, così da poter controllare le posizioni come infatti poi abbiamo fatto. Ovviamente il compito di Leclerc era dare la scia al compagno e non ad Hamilton“, ha riferito il dirigente della Rossa. “Senza problemi tecnici ce l’avremo fatta, anche perché qui è difficile superare come ha dimostrato lo stesso Charles alla fine malgrado avesse un passo migliore di Bottas”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Insomma, per l’ingegnere tutto è andato secondo i piani e neppure le frecciate a distanza via radio tra i due driver sono rilevanti. “Avevamo chiesto a Seb di ridare la posizione, ma va riconosciuto che Charles in quel frangente non era abbastanza veloce a differenza del tedesco“.

A proposito invece della strategia dei pit stop, secondo alcuni fatta ad hoc per favorire il #16, il 47enne nato in Svizzera pure qui ha glissato: “Aveva delle difficoltà specialmente con la posteriore sinistra. Se li avessimo chiamati assieme avremmo fatto avanzare Lewis. Lo stesso Sebastian era alla frutta con le coperture“.

E su questo punto ha detto la sua anche il campione di Heppenheim: “Stavo soffrendo e quando sono rientrato in pista mi sono trovato dietro. Poi è arrivato il ritiro“.

Per concludere Binotto ha motivato laconicamente le ragioni del ko di Vettel: “Abbiamo notato un problema alla parte ibrida della power unit, di conseguenza per pura sicurezza gli abbiamo domandato di fermarsi”.

Chiara Rainis