Manovra economica, bonus per chi paga con carta

0
82
manovra economica pagamenti
La manovra economica 2020 propende per i pagamenti elettronici – FOTO: Getty Images

Si sta discutendo di manovra economica, con la possibilità alquanto concreta di introdurre una sorta di premio per chi pagherà con valuta elettronica.

La manovra economica 2020 ruota in maniera importante attorno all’Iva. Il Governo dovrebbe approvare lunedì 30 settembre una nota di aggiornamento relativa al Documento Economia e Finanza. Ma si discute anche su altri temi che, nelle intenzioni dei legislatori, dovrebbero portare diversi miliardi di euro in entrata, in merito al pacchetto fiscale. Sotto la lente di ingrandimento finiscono in particolari i pagamenti con carta, che vengono preferiti rispetto a quelli che avvengono in contanti in quanto i soldi liquidi non sono in grado di garantire subito le suddette maggiori entrate richieste e che rappresentano l’obiettivo da centrare. Serve rientrare in certi parametri imposti dalla UE e mantenere i condi in ordine. Però non è una cosa facile far cambiare le abitudini di milioni di persone. E non solo per una questione di comportamenti e di possibilità, ma anche perché, nel concreto, gli incentivi a farlo sono costosi.

LEGGI ANCHE –> Tradimento della moglie, parla in radio La Furgonara: “Lo faccio con due amanti nei parcheggi”

Manovra economica, la possibile idea al vaglio delle istituzioni per i pagamenti elettronici

Si sta pensando quindi di applicare degli sconti per i pagamenti tracciabili. Ed addirittura anche una penalizzazione per chi invece ancora paga in carta moneta. Si parla di percentuali irrisorie, ma che comunque non passeranno inosservate, con rispettivamente uno sconto del 3% per i primi ed un aggravio dell’un per cento per i secondi. Questo però porterebbe ad un aggravio dell’imposta sui consumi, seppure nella maniera mnore possibile. Poi c’è da tenere conto dell’Iva, che risponde a regole presenti anche nell’ambito della Unione Europea e che non consentono una differenziazione di aliquote al di là di uno specifico limite. Questo lascia pensare che si dovrebbe procedere ad un aumento generalizzato di quello che è l’attuale livello di tassazione, su cui basarsi poi per calcolare i benefici dei pagamenti con carta.

LEGGI ANCHE –> Farmaco ritirato, è un medicinale per l’ipertensione: marca e lotto