L’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti vittima di un’aggressione

0
164
Vittorio Brumotti
Vittorio Brumotti (foto dal web)

Vittorio Brumotti, noto inviato di Striscia la Notizia, ed il suo cameraman sono stati vittima di un’aggressione durante un servizio al quartiere Rancitelli di Pescara. L’operatore è finito in ospedale.

L’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti è stato vittima dell’ennesima aggressione nel corso di un suo servizio per il programma. Brumotti si era recato nel pomeriggio di ieri a Pescara per realizzare un servizio sul quartiere Rancitelli, conosciuto come “Ferro di cavallo” e considerato la principale piazza di spaccio dell’Abruzzo. La troupe è stata riconosciuta da alcuni presenti che si sono scagliati contro il famoso inviato ed il suo operatore aggredendoli. Sul posto sono arrivate immediatamente alcune volanti della polizia che hanno sedato la rissa. L’operatore è stato accompagnato in ospedale in codice verde.

Pescara, l’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti ed il suo operatore aggrediti: il cameraman finisce in ospedale

Nuova aggressione contro l’inviato del programma Mediaset Striscia la Notizia Vittorio Brumotti. Il giornalista, come riportato dalla redazione de Il Messaggero, si era recato nel pomeriggio di ieri, giovedì 26 settembre, nel quartiere Rancitelli di Pescara, conosciuto come “Ferro di cavallo” e ritenuto la principale piazza di spaccio dell’Abruzzo, per realizzare un servizio. Durante le riprese della troupe era in corso un’operazione dei carabinieri che hanno arrestato una donna ritrovata in possesso di droga. Alcuni presenti, però, hanno riconosciuto Brumotti ed il suo cameraman e dopo averli accerchiati li hanno spintonati ed aggrediti. L’operatore, riporta Il Messaggero, è finito in ospedale in codice verde dove ha riferito di essere stato preso a calci e pugni. Per sedare quanto stava accadendo sono intervenute alcune volanti della polizia. Il quartiere era stato già teatro dell’aggressione al giornalista della Rai Daniele Piervincenzi e la troupe della trasmissione Popolo Sovrano lo scorso febbraio. In merito a quanto accaduto nel pomeriggio di ieri sulla pagina Facebook Comitato di Quartiere “Per una nuova Rancitelli” è stato pubblicato un post: “Rifiutiamo questa modalità di fare giornalismo che reputiamo di basso livello. Riteniamo che questo sia il modo peggiore per affrontare le problematiche del quartiere. Non può essere spettacolarizzata in questo modo un’emergenza sociale…tutto questo alzerà un nuovo inutile polverone che non gioverà a nessuno. I cittadini sono ancora in attesa di azioni visibili da parte delle Istituzioni che hanno promesso in campagna elettorale di ripartire dalle periferie. Siamo stanchi – concludono gli amministratori della pagina- di essere dati in pasto alla stampa in questo modo e di essere stigmatizzati da una società che non capisce i nostri disagi ed una classe politica che non ha intenzione di cambiare le sorti del nostro quartiere“.

Leggi anche —> Tragedia in ospedale: morti diversi neonati al reparto maternità

🚴🏻‍♂️BRUMOTTI AL FERRO DI CAVALLO 🚴🏻‍♂️RIFIUTIAMO questa modalità di fare giornalismo che reputiamo di basso…

Pubblicato da Per una nuova Rancitelli su Giovedì 26 settembre 2019