Elezioni, i sondaggi prevedono una lotta serratissima tra centrodestra e l’alleanza PD-M5S

0
370
Elezioni
(Getty Images)

I sondaggi in merito alle prossime elezioni in Umbria prevedono un ballottaggio serratissimo con il centrodestra di poco avanti sulla coalizione Pd-M5.

Cresce l’attesa per le elezioni regionali che si terranno in Umbria il prossimo 27 ottobre, le prime dopo la crisi di Governo scoppiata ad agosto, conclusasi con l’alleanza tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle i quali hanno formato una nuova maggioranza. Le votazioni in Umbria, dove si terrà un vero e proprio testa a testa tra i due candidati di destra e sinistra, sono considerate, dunque, un banco di prova per il neo Governo Conte bis. I sondaggi in merito hanno evidenziato un’inversione di tendenza da parte dell’elettorato umbro con la Lega al primo posto seguita da Pd e M5S.

Elezioni Umbria, i sondaggi: centrodestra di poco avanti sulla coalizione Pd-M5

L’Umbria il prossimo 27 ottobre tornerà alle urne per le elezioni regionali che si terranno con un anno di anticipo rispetto al previsto dopo le dimissioni rassegnate a fine maggio dall’ex governatrice Catiuscia Marini in seguito alle indagini della Procura di Perugia su presunti illeciti nelle assunzioni nel sistema sanitario regionale. Queste elezioni rappresenteranno un banco di prova per il nuovo governo formato dall’alleanza tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, nata dopo la crisi di Governo scoppiata in pieno agosto. Secondo i sondaggi, pubblicati dalla redazione di Affaritaliani.it, quello in Umbria sarà un testa a testa serrato tra i due candidati delle coalizioni di destra e sinistra. Il centrosinistra ed il Movimento 5 Stelle hanno scelto l’imprenditore Vincenzo Bianconi, mentre la coalizione di destra ha deciso di puntare sulla senatrice della Lega Donatella Tesei. Dai sondaggi è emersa un’inversione di tendenza da parte dell’elettorato dell’Umbria, da sempre roccaforte di sinistra. La coalizione di centrodestra, formata da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia ed altri partiti, sarebbe leggermente avanti e si attesterebbe tra il 43% ed 52%. Pd e M5S, invece, sarebbero fermi tra il 42% ed il 48%. Nello specifico, secondo il noto sondaggista Nicola Piepoli, i sondaggi vedrebbero la Lega al 32-36%, Fratelli d’Italia e Forza Italia entrambi al 5-7% e altri di Cdx 1-2%. Il Partito Democratico sarebbe collocato tra il 25 e il 27% ed il Movimento 5 Stelle intorno al 1721%. Se al termine delle elezioni verrebbero rispettati in linea di massima i sondaggi ci sarebbe una serratissima sfida tra i due candidati in lizza.

Leggi anche —> Caso di epatite in una scuola materna: scatta la profilassi per alunni e docenti