Pol Espargaro operato al braccio, ma torna già a suonare il piano (VIDEO)

Pol Espargaro (Foto Gold & Goose/Red Bull)
Pol Espargaro (Foto Gold & Goose/Red Bull)

MotoGP | Pol Espargaro operato al braccio, ma torna già a suonare il piano (VIDEO)

Una caduta lo ha tenuto lontano dalla moto nello scorso Gran Premio di casa in Aragona. Pol Espargaro è infatti stato disarcionato dalla sua Ktm alla curva 9, nel corso della quarta e ultima sessione di prove libere di sabato pomeriggio al Motorland, e si è fratturato il radio all’altezza del polso destro. I successivi esami di rito al centro medico del circuito hanno confermato la necessità di trasportarlo all’ospedale di Barcellona, dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico da parte del dottor Mir.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Un intervento che sembra aver avuto il migliore degli esiti, visto che il pilota spagnolo solo ieri ha pubblicato un video sul suo profilo ufficiale di Instagram che lo ritrae mentre suona il pianoforte. Come se niente fosse, solo una sessantina di ore dopo l’operazione al braccio. Niente male come pronta ripresa delle sue condizioni fisiche. Eppure, nonostante la forza che ha dimostrato nella sua rapida guarigione, il fatto che Espargaro sia in grado di mettersi al piano non implica che sia in una forma sufficiente anche per guidare una MotoGP.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

60H despues de la cirugia en el radio mas o menos ya puedo tocar el piano!! 💪🏻 // 60H post surgery i can (+ or -) play piano 💪🏻

Un post condiviso da Polyccio44 MotoGP Rider (@polespargaro) in data:

Resta infatti tuttora in sospeso la sua partecipazione al prossimo Gran Premio di Thailandia, in programma sul tracciato di Buriram nel weekend del 6 ottobre. Una brutta tegola per il team Ktm, che solo alla vigilia di Aragon aveva esonerato il suo compagno di squadra Johann Zarco, il quale avrebbe comunque divorziato dalla squadra a fine stagione. L’assenza forzata anche di Pol lascerebbe dunque il solo collaudatore Mika Kallio a difendere i colori della Casa austriaca, a meno che non venga nominato in tempo record un altro sostituto di cui non si conosce ancora l’identità.